martedì, 21 agosto 2018

konsumer italia

Che batosta il passaggio da Wind Fibra 100 a Fibra 1000!

Un lettore chiede di cambiare tariffa e di passare a un'offerta dello stesso operatore. Tutto si aspettava tranne che di dover pagare una maxibolletta per la cessazione. Valentina Masciari di Konsumer Italia ci spiega come fare in questi casi

Tim mi allunga di altri due anni il vincolo del mio...

Un lettore apprende dal 191 che il suo contratto di telefonia mobile è stato nuovamente vincolato. E dunque non può lasciarlo per altri due anni senza pagare penali. Lui, però, sostiene di non aver mai dato il consenso ad alcuna offerta e non aver ricevuto alcuna segnalazione: Cosa fare in questi casi? Ci aiuta Valentina Masciari, responsabile utenze di Konsumer Italia

L’olio Italico confonde e inganna: così Coldiretti è rimasta sola

Il commento di Fabrizio Premuti, presidente di Konsumer Italia: "Bene Monini che prende le distanze dall'Italico. Ora solo Coldiretti resta a difendere la miscela di extravergine con solo il 50% di olio italiano: ripensateci per il bene dei produttori e dei consumatori"

Cessione del quinto: Bnl Finance mi chiede rate già pagate a...

Una lettrice rinegozia il prestito e passa da Deutsche Bank a Bnl Finance. Quando arrivano le nuove rate l'istituto le chiede una differenza che però, sostiene la pensionata, è stata già trattenuta. Per riavere i soldi lei scrive alle banche ma nessuno risponde. Che fare? Ci aiuta Raffaella Grisafi, responsabile nazionale settore Credito di @KonsumerItalia

La promessa del fotovoltaico a costo zero? Ha un finanziamento nascosto

Una nostra lettrice ha sottoscritto un contratto per l'installazione di un impianto con la promessa che il costo e le bollette si sarebbero ripagate con il risparmio energetico. Ma scopre che l'intera operazione è legata a un prestito, esoso. Ci aiuta l'avvocato Grisafi di Konsumer Italia

“Ho chiesto di passare da Tim a Vodafone, ma Tim continua...

Una lettrice 4 mesi dopo la migrazione continua a ricevere le bollette dall'operatore che ha lasciato. Colpa di Tim che fa orecchie da mercante o di Vodafone che è in ritardo con la migrazione. Vediamo come racapezzarci in questi casi con l'aiuto di Valentina Masciari, responsabile utenze di @KonsumerItalia

Il conto salato per aver abbandonato Wind Infostrada

Un lettore decide di abbandonare la compagnia nel passaggio dalla bolletta a 28 giorni a quella a 30 e riceve una richiesta davvero esosa: 65 euro per la cessazione. È giusto, ci chiede? Risponde Valentina Masciari, responsabile utenze, di Konsumer Italia

Telefonia, se il gestore non manda le bollette ma poi arriva...

Per un anno Gianluca non ha ricevuto alcuna fattura poi improvvisamente l'operatore gli presenta un conto salato. Come tutelarsi? Tra rateizzazioni, indennizzo e segnalazione Agcom ecco i consigli di Valentina Masciari di Konsumer Italia

Da novembre senza fatture Eni. E ora arriva la stangata

Ancora una storia di mancate fatturazioni di Eni: un lettore che chiede per mesi l'invio della bolletta e dall'azienda rispondono solamente "Non si preoccupi, potrà rateizzare", Un caso di "customer care" quantomeno discutibile

L’Arbitro per le controversie finanziarie? Appena nato è già… ingolfato

La denuncia di Konsumer Italia: dovrebbe assicurare la decisione a chi aha controversie finanziarie in 90 giorni e invece ci sono procedimenti in piedi da 13 o 16 mesi. Per questo l'associazione ha presentato una richiesta di audizione alla Consob

Aiuto! Ing Direct mi ha “sequestrato” un assegno da 12mila euro...

La storia surreale di cui è vittima un nostro lettore: "Ho versato il titolo sul mio conto corrente ma dal 12 marzo non ho ancora la somma accreditata. Ogni giorno chiamo il call center ma nessuno mi fornisce una risposta". Il parere di Raffaella Grisafi, Konsumer Italia

Prendi i soldi e scappa. La tattica di Tre sui costi...

Un lettore rescinde il contratto per "variazione delle condizioni di offerta". Dunque non dovrebbe pagare nessun costo di disattivazione, ma Tre gli toglie 50 euro. Di fronte alle sue, legittime, proteste lo manda "a sperdere". L'unica strada, ci spiega Valentina Masciari di @KonsumerItalia, è la conciliazione. Ecco come fare, passo per passo