mercoledì, 20 Novembre 2019

Tag: filiera sporca

Carrefour Francia lancia latte con tracciabilità per il consumatore, grazie alla...

Ogni volta che il consumatore scansiona il Qr con il suo smartphone, sul display viene visualizzata un'interfaccia di Carrefour in cui può controllare dove è allevato l'animale e cosa è stato nutrito, a seconda della stagione. Non è l'unico caso in Europa. La gdo farà lo stesso anche in Italia? E come reagiranno le altre catene del nostro paese?

Pratiche sleali, accordo in Europa per limitare strapotere della Gdo sui...

Nell’accordo tra le istituzioni europee, le pratiche da abolire passano da 8 a 16, tra cui  la cancellazione last minute degli ordini, i ritardi nei pagamenti ai fornitori, le modifiche unilaterali dei contratti, i mancati pagamenti ai fornitori per la merce invenduta. 

Caporalato, Oxfam lancia la campagna “Al giusto prezzo”

La campagna, accompagnata da una petizione, ha come obiettivo la richiesta alle Gdo italiane di impegnarsi di più contro lo sfruttamento del lavoro nei campi. Analizzato il grado di impegno con cui i 5 più grandi operatori italiani della GDO (grande distribuzione organizzata) - Coop, Conad, Esselunga, Gruppo Selex. La risposta di Coop

Caffè, cresce la domanda, ma è crisi per i produttori: pagati...

Le associazioni di coltivatori di caffè che rappresentano coltivatori provenienti da oltre 30 paesi lanciano l'allarme: "Il caffè è a rischio, non solo per minacce come i cambiamenti climatici ma, in modo più immediato, per la mancanza di sostenibilità economica di milioni di coltivatori di caffè che vengono pagati oggi meno di un terzo del prezzo del 1982". La risposta di Nestlé

Filiera sporca, non solo caporalato: le mani della mafia sull’ortofrutta di...

La direzione investigativa antimafia ha eseguito la confisca di un patrimonio da 150 milioni di euro, a gruppo criminale, ritenuto contiguo alla mafia, che operava nel mercato ortofrutticolo di Palermo. La fornitura di cassette e il facchinaggio gestiti in monopolio dai clan

Quando finirà davvero la pacchia del caporalato nelle nostre campagne?

Dopo la mattanza di lavoratori stranieri nel foggiano, la manifestazione di oggi, si torna a parlare di caporalato. E anche chi, come Salvini, diceva che la legge complicava la vita alle aziende, oggi parla di controlli (ma dove? nei confronti di chi?). Un fenomeno criminale, certo, ma anche frutto di interessi ampi. Anticipiamo l'editoriale del direttore del prossimo numero del Salvagente.

L’accusa: “Eurospin acquista passata a prezzi ridicoli e spinge i produttori...

A denunciarlo è l'associazione ambientalisita Terra!, che all'argomento dedica un attento lavoro d'inchiesta da anni. La risposta della Gdo: "Sappiamo che con le aste online possiamo mettere in difficoltà alcuni produttori, ma la nostra priorità è il consumatore"

Caporalato, nei campi 100mila vittime di sfruttamento, 8 su 10 sono...

La denuncia è contenuta nel nuovo rapporto di Terra! e Oxfam Italia dal titolo "Sfruttati"

Filiera sporca in Almeria: l’inchiesta choc nelle serre spagnole

La tv Svizzera dei consumatori Srf documenta con un'inchiesta choc le condizioni di sfruttamento nelle eneromi serre iberiche. Tornano alla mente le denunce italiane ma evidentemente il caporalato non ha davvero frontiere e i produttori, a prescindere dai confini, fanno spesso affari sporchi nel medesimo modo, sulla pelle degli immigrati.

Caporalato, l’azienda forniva pomodori a Mutti e Cirio. Martina: “Via a...

Due rinvii a giudizio per i produttori per cui raccoglieva pomodori un uomo morto di fatica nel 2015. Le grandi aziende alzano le braccia: "I nostri sforzi per evitare che la nostra filiera contenga lavoro nero non bastano"

Coop: “Bene il protocollo del Mipaaf, ma noi non abbiamo mai...

La replica a chi, come la campagna #ASTEnetevi chiedeva il perché della mancata firma al nuovo codice etico

Basta aste a doppio ribasso: “Per i diritti dei lavoratori e...

Successo della campagna #ASTEnetevi, che chiedeva di fermare il meccanismo che schiacciava i prezzi all'ingrosso. A impegnarsi solo Federdistribuzione e Conad. Nel documento anche un primo passo verso l'etichetta narrante