sabato, 23 Ottobre 2021

Tag: conciliazione

WIND CAMBIARE RESIDENZA SUBENTRO PROMO

Subentro di contratto con Wind: perché spariscono le “promo”?

Un nostro lettore subentra nel contratto di telefonia del fratello e si accorge che Wind ha cancellato le promo assicurate fino a quel momento. Che fare? I consigli di Valentina Masciari, responsabile utenze Konsumer Italia
WIND RELOAD

Wind Reload e la disdetta impossibile

Continuano le segnalazioni di consumatori che non sono riusciti a disdire Wind Reload, nonostante fosse prevista la possibilità entro il primo mese. L'ultima, una lettrice che si è vista sottrarre 230 euro, mai restituiti. Vediamo come fare in questi casi con Valentina Masciari di Konsumer Italia
FASTWEB

Una anno per un cambio di piano tariffario con Fastweb… Vi...

Un lettore chiede un cambio di piano tariffario tramite l'area clienti di Myfastweb a luglio dello scorso anno. Da allora, ogni volta che chiama il call center viene rassicurato ma non cambia nulla. Valentina Masciari (Konsumer Italia) ci spiega come risolvere
TIM BONUS

“Da quattro anni Wind continua a ignorare la mia disdetta”

Una lettrice fa una disdetta nel 2017, ma Wind fa finta di nulla e, nonostante la conciliazione dia ragione alla cliente, continua a fatturare e alla fine interessa un'agenzia di recupero crediti. Che fare? Ci aiuta Valentina Masciari di Konsumer Italia
VODAFONE

Vodafone e il telefono gratis (che si rivela a caro prezzo)

Una lettrice segnala l'ennesima presa in giro di un negozio Vodafone: le consegnano un telefono fisso assicurandole che è gratuito, basta non attivarlo. Peccato che dopo pochi arrivi l'addebito. Ci aiuta Valentina Masciari di Konsumer Italia
TISCALI

Ho abbandonato Tiscali da un anno, ma loro non abbandonano me…

Un lettore ad agosto 2020 passa da Tiscali a Wind. Correttamente restituisce il modem ma Tiscali continua a fatturare illeggittimamente. E quando l'utente si stufa di pagare, ricorrono al recupero crediti. Come fare in questi casi con i consigli di Valentina Masciari di Konsumer Italia

Tim mi addebita il costo di due linee, anche se ho...

Una nostra lettrice si ritrova con due attivazioni per lo stesso monolocale. Nell'autunno scorso presenta un formale disconoscimento di una linea ma... le fatture ancora arrivano. Che fare? Ci aiuta Valentina Masciari di Konsumer Italia
SKY

Sono passato dal satellite al digitale con Sky. E mi trovo...

Un lettore chiede di passare dal contratto satellitare a quello sul digitale terrestre di Sky. Da quel momento inizia l'odissea: si trova con due abbonamenti, due prelievi e nessuna possibilità di far smettere il gestore. Ci aiuta a capire come fare Valentina Masciari di Konsumer Italia

Sky mi cambia le carte in tavola, come posso reagire?

Un cliente di Sky si trova a pagare più di quanto concordato in fase di contratto con il call center. Chiede la registrazione vocale di quanto gli era stato promesso ma l'operatore fa orecchie da mercante. Cosa fare in questi casi? Ci aiuta Valentina Masciari di Konsumer Italia

“Sky mi aveva promesso lo sconto per due anni, ma è...

Un lettore aveva firmato un contratto che assicurava lo sconto per l'intera durata, ma dopo pochi mesi ha iniziato a pagare la cifra piena. Cosa può fare? Ci aiuta Valentina Masciari di Konsumer Italia
Noleggio del telefono

“Mio fratello è morto, la casa è in vendita, ma Tim...

E non solo, come ci segnala una lettrice: addirittura dal cellulare del fratello defunto risulterebbero fatte alcune chiamate nonostante sia bloccato. E non basta una raccomandata per convincere Tim a staccare la linea di casa (e smettere di fatturare). i consigli di Valentina Masciari di Konsumer Italia

Ryanair e Codacons firmano intesa per piattaforma di gestione dei reclami

Al centro dell'accordo, l'implementazione di una piattaforma Adr (Alternative Dispute Resolution) per la gestione dei reclami dei clienti italiani, con la ricerca di soluzioni alternative. Critico Massimiliano Dona, presidente dell'Unc, "Le regole a tutela dei consumatori ci sono già, la compagnia le rispetti rispondendo ai reclami (magari in lingua italiana e non in inglese) e riconoscendo gli indennizzi automatici dove previsti dalle norme