lunedì, 30 Gennaio 2023

Tag: cambiamento climatico

COLEOTTERO GIAPPONESE

Contro il coleottero giapponese? I pesticidi non funzionano

Il coleottero giapponese minaccia le colture del Centro e Nord Italia. Si tratta di uno scarabeo coriaceo, dal colore metallico, innocuo per l'uomo ma distruttivo per frutta e verdura. Un insetto da quarantena che per legge va segnalato. Ecco come riconoscerlo e fermarlo senza l'impiego di pesticidi
TROPICALIZZAZIONE MEDITERRANEO

Tropicalizzazione del Mediterraneo: specie aliene e riscaldamento minacciano il mare Nostrum

Gli effetti devastanti della tropicalizzazione del Mediterraneo sono sempre più evidenti. In alcuni paesi come Libano, Turchia e Tunisia si sta cercando di trasformare questa minaccia in nuove opportunità per la pesca
patagonia

Patagonia, la famiglia cede la proprietà a una no profit: “Tutti...

Il popolare brand di abbigliamento e attrezzatura per montagna e sport fa un passo storico:Yvon Chouinard ha ceduto la società trasferendo le azioni a un fondo ad hoc e a un'organizzazione no-profit create per preservare l'indipendenza della compagnia e garantire che tutti i suoi profitti siano usati per combattere il cambiamento climatico.
ambiente

Greta Thunberg (e non solo): i giovani che difendono l’ambiente

Cambiamenti climatici, fattori di rischio ambientali, depauperamento delle risorse naturali, sfruttamento intensivo, sono alla base del movimento ambientalista che coinvolge ogni anno migliaia di persone in tutto il mondo. Ma chi sono gli attivisti più rappresentativi, coloro la cui voce viene maggiormente ascoltata? 
amaranto

Dall’amaranto al taro, le 5 piante che potranno sfamare il mondo...

Con il riscaldamento del pianeta, queste cinque colture resistenti alla siccità e altamente nutrienti offrono speranza grazie alla loro maggiore resilienza
big oil

Soldi al think tank conservatore, così Big oil Usa condiziona le...

Un influente think tank che ha guidato la battaglia contro la politica dell'obbiettivo zero emissioni del governo britannico ha ricevuto finanziamenti da Big oil, gruppi con interessi nel settore petrolifero e azioni da Exxon e Chevron

Lo studio su 54 paesi ricchi: la dieta vegetariana ridurrebbe emissioni...

"Il passaggio dietetico dagli alimenti di origine animale a quelli vegetali nelle nazioni ad alto reddito potrebbe ridurre le emissioni di gas serra della produzione agricola e aumentare la cattura del carbonio"
PAC AGRICOLTURA

“L’agricoltura industriale spreca e inquina l’acqua”. La Corte dei conti Ue...

la Corte dei conti europea ha condannato le politiche deboli e mal applicate che, a loro avviso, danno agli agricoltori la possibilità di abusare dell'uso dell'acqua, sollevando critiche schiaccianti al programma di sovvenzioni agricole dell'Ue
climatico

Lotta al cambiamento climatico, i paesi ricchi gonfiano del 42% gli...

A parole si è comunemente più generosi che nei fatti. Poco male se il difetto riguarda gli individui, molto grave se sono gli stati più ricchi del mondo a millantare aiuti a quelli in via di sviluppo che poi arrivano solo in parte. Secondo quando scrive il rapporto di Care international, ong che lotta contro la povertà e l'ingiustizia sociale, i paesi sviluppati "hanno regolarmente esagerato" a proposito dei finanziamenti

Piantare alberi che crescono in fretta per il clima potrebbe essere...

Secondo una nuova ricerca, gli alberi che crescono rapidamente hanno una durata di vita più breve, il che potrebbe essere una brutta notizia per la lotta alla crisi climatica. I modelli climatici per compensare le emissioni inquinanti dunque sono troppo ottimisti sulle capacità di contrasto legate alla piantumazione

Amazon licenzia dipendenti che criticavano le misure di sicurezza Covid-19

Amazon ha licenziato due dipendenti che avevano pubblicamente il trattamento dell'azienda nei confronti dei magazzinieri durante la pandemia di coronavirus. Non è il primo caso. L'azienda si difende dicendo che hanno violato le politiche interne

Vittime per eventi climatici estremi: l’Italia è al sesto posto nel...

È quanto emerge dai dati del Climate risk index di Germanwatch, secondo cui negli ultimi vent'anni, dal 1999 al 2018, l'Italia è al sesto posto nel mondo per numero di vittime causate dagli eventi meteorologici estremi, e diciottesima per numero di perdite economiche pro capite. Il paragone tra i dati relativi alle vittime e quelli sugli eventi estremi in generali, secondo cui l'Italia è il 26esimo paese più colpito, fanno riflettere sull'inadeguatezza delle misure del nostro paese per mettere in sicurezza il territorio.