sabato, 21 Maggio 2022

Tag: cambiamento climatico

big oil

Soldi al think tank conservatore, così Big oil Usa condiziona le...

Un influente think tank che ha guidato la battaglia contro la politica dell'obbiettivo zero emissioni del governo britannico ha ricevuto finanziamenti da Big oil, gruppi con interessi nel settore petrolifero e azioni da Exxon e Chevron

Lo studio su 54 paesi ricchi: la dieta vegetariana ridurrebbe emissioni...

"Il passaggio dietetico dagli alimenti di origine animale a quelli vegetali nelle nazioni ad alto reddito potrebbe ridurre le emissioni di gas serra della produzione agricola e aumentare la cattura del carbonio"
PAC AGRICOLTURA

“L’agricoltura industriale spreca e inquina l’acqua”. La Corte dei conti Ue...

la Corte dei conti europea ha condannato le politiche deboli e mal applicate che, a loro avviso, danno agli agricoltori la possibilità di abusare dell'uso dell'acqua, sollevando critiche schiaccianti al programma di sovvenzioni agricole dell'Ue
climatico

Lotta al cambiamento climatico, i paesi ricchi gonfiano del 42% gli...

A parole si è comunemente più generosi che nei fatti. Poco male se il difetto riguarda gli individui, molto grave se sono gli stati più ricchi del mondo a millantare aiuti a quelli in via di sviluppo che poi arrivano solo in parte. Secondo quando scrive il rapporto di Care international, ong che lotta contro la povertà e l'ingiustizia sociale, i paesi sviluppati "hanno regolarmente esagerato" a proposito dei finanziamenti

Amazon licenzia dipendenti che criticavano le misure di sicurezza Covid-19

Amazon ha licenziato due dipendenti che avevano pubblicamente il trattamento dell'azienda nei confronti dei magazzinieri durante la pandemia di coronavirus. Non è il primo caso. L'azienda si difende dicendo che hanno violato le politiche interne

Vittime per eventi climatici estremi: l’Italia è al sesto posto nel...

È quanto emerge dai dati del Climate risk index di Germanwatch, secondo cui negli ultimi vent'anni, dal 1999 al 2018, l'Italia è al sesto posto nel mondo per numero di vittime causate dagli eventi meteorologici estremi, e diciottesima per numero di perdite economiche pro capite. Il paragone tra i dati relativi alle vittime e quelli sugli eventi estremi in generali, secondo cui l'Italia è il 26esimo paese più colpito, fanno riflettere sull'inadeguatezza delle misure del nostro paese per mettere in sicurezza il territorio.

Amazzonia, i documenti e il video che provano la montatura giudiziaria...

Il Salvagente è in grado di mostrarvi la richiesta di arresto preventivo, parte delle intercettazioni e il filmato che dovrebbe dimostrare l'azione dolosa dei volontari dell'associazione Brigada Alter do Chão. Tutto delinea un quadro che, al contrario, rafforza l'ipotesi che l'operazione di polizia sia quantomeno ingiustificata, e il sospetto che ragioni politiche - l'avversione dichiarata per le Ong ambientaliste di Bolsonaro - o economiche, dettate dagli interessi dei cercatori d'oro e degli allevamenti in espansione.

Google ha fatto grosse donazioni a lobby che negano il cambiamento...

L'elenco comprende il Competitive Enterprise Institute (Cei), un gruppo politico conservatore che ha contribuito a convincere l'amministrazione Trump ad abbandonare l'accordo di Parigi e ha criticato la Casa Bianca per non aver smantellato più regole ambientali. La Cei, a sua volta, si è opposta alla regolamentazione di Internet e all'applicazione delle norme antitrust e ha difeso Google contro accuse di parzialità
clima

Onu: il pianeta deve cambiare modello alimentare per combattere la crisi...

L'Ipcc, il gruppo di esperti delle Nazioni Unite, sottolinea che solo i rifiuti alimentari sono responsabili del 10% di tutti i gas serra che l'uomo produce. La previsione è quella di siccità e desertificazione con migrazioni di massa. A meno che i governi non si sveglino

Pesticidi e inquinamento: il 40% degli insetti al mondo è a...

Una revisione di 73 studi scientifici pubblicata sulla rivista Biological Conservation indica una riduzione della biodiversità al ritmo del 2,5% all'anno. Sotto accusa i trattamenti fitosanitari, l'agricoltura intensiva e i cambiamenti climatici