domenica, 16 dicembre 2018

brexit

Uk, le famiglie povere non possono permettersi il cibo sano indicato...

A dirlo è la fondazione indipendente The Food Foundation. Il rapporto "The Accessibility of Eatwell Guide del Regno Unito" ha utilizzato i dati relativi al reddito e alle spese delle famiglie nel periodo 2015/16 confrontandoli al costo da sostenere per seguire "Eatwell", la guida del governo del Regno Unito per una alimentazione

Dieta Brexit, l’inganno delle confezioni più piccole (per non alzare il...

Prima la Unilever e il Toblerone. A seguire la Pepsi ha messo a dieta i pacchetti delle patatine Doritos calade del 10% di peso, Mars ha tagliato il contenuto di M&M e Kellogg’s ha ridotto le scatole di Coco Pops da 800 a 720 grammi. Per gli acquirenti un aumento di prezzo mascherato

Con Brexit comprare dall’Italia sui siti inglesi è più conveniente

Scarpe, videogames, casse audio. Sono tanti i prodotti che grazie alla svalutazione della sterlina sono diventati più economici sui portali britannici. Il confronto di Idealo.it

Brexit, la sterlina va giù e Unilever ritira i prodotti dagli...

La multinazionale proprietaria di centinaia di marchi tra cui Algida, Calvé, Knorr e Badedas, ha chiesto alla catena Tesco di aumentare i prezzi del 10% a causa della svalutazione dovuta all'uscita dall'Ue. Di fronte al rifiuto, la decisione di interrompere la fornitura

La Brexit? Non farà bene alla tavola degli inglesi (e a...

Che conseguenze potrà avere la Brexit sul settore alimentare? Due ricerche mettono in luce diversi elementi critici, tanto per gli inglesi che per i consumatori che amano i prodotti made in UK

Brexit, i tassi sui mutui saliranno

L'economista Ugo Arrigo: "Si apre una fase di instabilità e indebolimento dell'euro. Cresceranno le rendite e il peso per chi vuole indebitarsi, l'unica cosa positiva è l'aumento dell'export. La sola che si rafforza è la Germania, ci conviene restare agganciato a Berlino, l'euro è il miglior alleato dei risparmiatori italiani"

Brexit, le conseguenze alimentari: crisi di produzione e prezzi su

Secondo uno studio della Food Research Collaboration, l'uscita dall'Ue creerà problemi con la forza lavoro comunitaria e con l'importazione di frutta e verdura, che copre il 40% del fabbisogno inglese. Intanto i prezzi del fresco e delle bevande sono già aumentati a Londra