I pericoli nascosti nelle stoviglie di ceramica

PIATTI CERAMICA

Non conosci il Salvagente? Scarica GRATIS un numero della nostra rivista cliccando sul pulsante qui in basso e scopri cosa significa avere accesso a un’informazione davvero libera e indipendente

Sì! Voglio ricevere GRATIS un numero del Salvagente

Un bel piatto o una stoviglia in ceramica. Magari etnica e decorata o più semplicemente comperata su un banchetto (in Italia o all’estero). Un oggetto che fa la sua figura tanto nelle nostre cucine che sulle nostre tavole, le rende più calde e piacevoli ma può costare davvero caro alla nostra salute e a quella dei nostri figli.

Il Dipartimento della salute della città di New York ha recentemente emesso un avviso secondo cui le stoviglie in ceramica tradizionali hanno causato almeno 15 casi di avvelenamento da piombo negli adulti e nei bambini della città negli ultimi mesi. E non si tratta di un problema locale se è vero, come hanno scoperto i funzionari della salute Usa, che queste ceramiche provenivano da Ecuador, Messico, Marocco, Uzbekistan e Turchia.

Altri dipartimenti sanitari, compresi quelli di Houston e dello stato dell’Arizona, hanno identificato la ceramica come un fattore che contribuisce a livelli elevati di piombo nel sangue tra i bambini, che hanno maggiori probabilità rispetto agli adulti di controllare i livelli ematici.

Non conosci il Salvagente? Scarica GRATIS un numero della nostra rivista cliccando sul pulsante qui in basso e scopri cosa significa avere accesso a un’informazione davvero libera e indipendente

Sì! Voglio ricevere GRATIS un numero del Salvagente

La Food and Drug Administration ha regolato i livelli di piombo nelle stoviglie in ceramica dal 1971 e ha rafforzato queste normative più volte nel frattempo, l’ultima volta nel 1992, afferma un portavoce della FDA. Ma alcune forme di ceramica, come quelle fatte a mano, antiche e scheggiate o danneggiate in altro modo, possono destare preoccupazione, afferma il portavoce.

Pericolo vernice al piombo nella ceramica

Le autorità sanitarie di New York City e di altre regioni indicano i rischi delle ceramiche importate e tradizionali. “È stato dimostrato che la terracotta popolare dell’America Latina, in particolare quella del Messico, espone i suoi utenti a quantità significative di piombo”, afferma un portavoce del Dipartimento della sanità pubblica di San Francisco a Consumer Reports. “Anche se non rappresentano un problema, anche alcuni piatti tradizionali asiatici altamente decorati espongono le persone al piombo quando vengono utilizzate con il cibo”. “Consigliamo ai newyorkesi di smettere immediatamente di usare ceramiche tradizionali e non sicure per gli alimenti per cucinare o servire cibi e bevande”, afferma Pedro Frisneda, vice segretario stampa del Dipartimento della salute e dell’igiene mentale di New York. “Gli individui che attualmente utilizzano ceramiche tradizionali per preparare, cucinare, servire o conservare il cibo dovrebbero parlare con il proprio medico e richiedere un esame del sangue“.

Il piombo è responsabile, in alte concentrazioni nell’organismo di numerosi danni al sistema cardiocircolatorio. Ma non solo. Si accumula nel corpo, il che significa che l’esposizione a lungo termine anche a bassi livelli di piombo può avere effetti negativi sulla salute come depressione, costipazione, ipertensione, ridotta fertilità, malattie renali e una miriade di altri problemi negli adulti.

Come stare tranquilli

La ceramica per uso alimentare prodotta negli Stati Uniti dovrebbe essere decorata con vernice senza piombo e la stessa cosa avviene in Europa dove una direttiva del 2004 obbliga gli importatori a mettere a disposizione esiti di analisi che assicurino la sicurezza delle ceramiche a richiesta delle autorità. Inutile aggiungere che i controlli alle frontiere non possono coprire la grande quantità di prodotti che arrivano su scaffali e banchetti comunitari.

La stessa autorità sanitaria tedesca per la salute (Bfr) due anni fa aveva chiesto all’Europa controlli e limiti più severi dopo aver stimato un pericolo che, a suo giudizio, non dovrebbe essere sottovalutato.

Per il consumatore una stoviglia o un piatto con vernice al piombo può essere impossibile da distinguere da uno con vernice senza piombo. L’unica garanzia, a detta degli esperti del settore, è acquistare un piatto o una pentola che testimonino in maniera trasparente l’assenza di piombo, magari con una certificazione.

Non solo, per stare tranquilli è bene considerare che i piatti scheggiati o graffiati, soprattutto se vecchi o importati, sono un’ulteriore preoccupazione, perché il piombo può lisciviare dalle ceramiche danneggiate e usurate più facilmente che dalle ceramiche intatte.