Acrilammide nei croccantini per gatti: il nuovo allarme dalla Svizzera

Diventata una vera emergenza nei nostri piatti, tanto da costringere le industrie a molti sforzi (non sempre efficaci) per contenerla, ora l’acrilammide spunta anche nelle ciotole dei gatti. La sostanza, provatamente cancerogena e frutto della cottura degli amidi, è stata trovata abbondantemente nei croccantini per felini da un test della trasmissione televisiva svizzera Kassensturz che ha inviato 15 prodotti secchi  in laboratorio. Gli esperti hanno cercato l’acrilammide e le micotossine. E non hanno dimenticato di controllare il sale aggiunto nel pet food.

Il risultato è stato deludente: 7 cibi secchi erano insufficienti o addirittura pessimi. Contenevano troppe sostanze indesiderate. In 11 alimenti secchi, il contenuto di acrilammide era superiore al valore di riferimento dell’UE – 3  contenevano più di 1000 mg per chilo. In sette campioni, invece, la penalizzazione è stata “guadagnata” per l’eccessiva presenza di micotossine. Fa impressione leggere che anche i migliori prodotti del test hanno ottenuto una valutazione appena sufficiente (Hill’s Science Plan Adult 1-6, Iams Adult con Lamb & Rice, il Topix Adult di Aldi, Royal Canin Regular, Purina Felix).

#Internationalcatday, gli 11 alimenti che il gatto non deve mai mangiare