Treni, da luglio tariffe più basse ma i rimborsi sono in ritardo

Dal 1° luglio è scomparso l’algoritmo che per 10 anni ha fatto pagare fino a 30 euro al mese in più ai pendolari delle tratte interregionali. Un algoritmo sbagliato, utilizzato da Trenitalia per calcolare le tariffe di viaggio. Come abbiamo raccontato, l’errore viene scoperto e denunciato dai comitati dei pendolari aderenti ad Assoutenti lo scorso febbraio e Trenitalia è chiamata a metterci una pezza.

Il confronto con le associazioni dei consumatori non è stato dei più semplici, ma alla fine le Regioni hanno accettato di modificare l’algoritmo di calcolo delle tariffe sovraregionali.
La modifica è scattata il 1° luglio, ma i suoi effetti si vedranno dal 1° gennaio 2018 quando entreranno ufficialmente in vigore le nuove  tariffe.
Il risparmio stimato si avvicina in alcuni casi a 300 euro l’anno.
Modalità differenti potranno essere definite per i biglietti di corsa semplice.

SI ATTENDE UNA SOLUZIONE PER I RIMBORSI

Problema rimasto ancora aperto – ma con l’impegno di Regioni e Trenitalia di arrivare presto a una soluzione – è quello del contenzioso relativo ai possessori di abbonamenti a far data dal 1° gennaio 2012 al 30 giugno 2017: la procedura dei rimborsi verrà infatti definita in sede di conciliazione con le associazioni firmatarie.

“A breve ci sarà un ulteriore incontro con Regioni e Trenitalia per verificare l’intesa definitiva”, assicurano i portavoce delle associazioni coinvolte Furio Truzzi (Assoutenti), Sergio Veroli (Federconsumatori), Ovidio Marzaioli (Movimento Consumatori), Cinzia Pollio (Cittadinanzattiva) in rappresentanza anche di Adoc, Adusbef, Casa del Consumatore, Codici, Confconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino.

Sul proprio sito, intanto, Assoutenti invita tutti gli abbonati sovraregionali a conservare tutti gli abbonamenti dal 2007 ad oggi e a iscriversi al Registro dei Risarcimenti compilando l’apposito form, nel caso sfumi ogni soluzione concordata e si aderisca all’azione risarcitoria promossa dall’associazione.