domenica, 26 Giugno 2022

Tag: Materassi

Mal di schiena e cervicale, un confronto tra cuscini e coprimaterassi

Uno dei problemi relativi al sonno e al riposo che non conoscono stagione è certamente il mal di schiena. La postura a letto può essere migliorata da prodotti presenti sul mercato, come cuscini e coprimaterasso, ma tra le promesse dei venditori e la realtà spesso c'è una bella differenza. Il portale dei consumatori francesi 60 millions de consommateurs ha sottoposto otto prodotti alla valutazione di un professionista della salute

Corte Ue: il diritto di recesso vale anche per un materasso...

L'azienda che aveva venduto online il prodotto, sosteneva che rientrasse tra le eccezioni per ragioni igieniche: La Curia la smentisce: "Come nel caso di un indumento, si può presumere che il professionista, mediante una pulitura o una disinfezione, sia in grado di rendere il materasso idoneo a una nuova commercializzazione"

Provato per voi, il materasso Tediber: comfort e sostenibilità superano il...

Comprare un materasso sul web senza averlo mai visto? Orrore! Noi l'abbiamo provato con molto scetticismo, convinti dai 100 giorni di prova che offre. E i risultati della lunga valutazione smontano ogni dubbio e mostrano un prodotto che si è rivelato molto apprezzato. Un ottimo compromesso tra ecologia, comodità e caratteristiche tecniche

Materassi contaminati, BASF al Salvagente: nessun incidente di produzione in Italia

Sull'allarme europeo della sostanza cancerogena finita nel poliuretano le rassicurazioni della multinazionale tedesca e dei consorzi di produttori. La BASF al Salvagente spiega: "Non possiamo escludere che qualcuno possa aver acquistato direttamente in Germania ma stiamo ricostruendo con i clienti tutti i passaggi"

Materassi al toluene: l’incubo europeo targato Basf

Materassi contaminati diclorobenzene, sostanza cancerogena, per un errore negli stabilimenti della tedesca Basf. Mentre in Germania, Svizzera e Francia è allarme già da giorni e si ferma la produzione dei principali marchi, le aziende e le autorità italiane dormono sonni tranquilli