domenica, 8 Dicembre 2019

Tag: iss

Antibioticoresistenza, cala la mortalità ma l’Italia resta maglia nera nella Ue

Il rapporto dell'Istituto superiore di Sanità: ogni anno in Europa muoiono 33.000 persone per infezioni causate da batteri resistenti agli antibiotici: oltre 10.000 sono i decessi nel nostro paese. Pochi giorni fa l'Ocse ha lanciato monito: "In Italia si consumano troppi antibiotici"

Manovra, è guerra alle e-cig: la stretta costerà 30 volte di...

Nella bozza della legge di stabilità alla voce entrate sono segnati 160 milioni derivanti da imposte su liquidi, bruciatori, trinciato e sigaretti e oltre 45 dalle sigarette. Basta un calcolo approssimativo ma indicativo per rendere l'idea: ogni fumatore spenderà in media 4 euro in più l'anno mentre allo svapatore, la decisione del governo costerà oltre 120 euro

Sigaretta elettronica, Iss: vigilare sui danni polmonari delle e-cig

L'Istituto superiore di sanità scrive al ministero e alle regione e innalza il grado di allerta a 2 (il livello intermedio di 3): chiede, in particolare, alle strutture sanitarie italiane di vigilare e denunciare eventuali casi di malattie polmonari simili a quelli che si sono verificati negli Usa

Medici per l’Ambiente: “L’Iss ritiri il report tranquillizzante su cellulari e...

Promossa una raccolta di firme per chiedere il ritiro del documento e una sua rielaborazione. L'Isde: "Nelle conclusioni si parla timidamente di incertezze scientifiche ma non si propone quale utilizzo farne a fini di prevenzione primaria, data l’affermata maggiore vulnerabilità dei bambini"

Iss: nessuna prova sul legame cellulari e tumori

L'Istituto superiore di sanità ha pubblicato il nuovo rapporto Isistan 'Esposizione a radiofrequenze e tumori’. Il documento chiarisce l’inesistenza di prove scientifiche riguardo il legame tra l’utilizzo prolungato degli smartphone, per un periodo di tempo superiore ai 10 anni, e l’incremento del rischio di sviluppare tumori maligni o benigni nelle aree più esposte alle radiazioni durante le chiamate vocali

Pfas: acqua, latte e uova le principali fonti di contaminazione

L'Istituto superiore di sanità ha pubblicato la prima "Valutazione dell'esposizione alimentare" dei quasi 100mila cittadini veneti che vivono nella zona rossa, compresa tra le province di Vicenza, Padova e Verona. A rischio soprattutto i bambini

Taranto, diossina nel latte materno superiore del 28% rispetto alla provincia

Pubblicati i dati del biomonitoraggio condotto dall'Istituto superiore di Sanità e dall'Asl locale: "La concentrazione di sostanze tossiche nel latte nelle donne residenti al centro è più elevata rispetto a quella delle madri residenti in provincia". Marescotti, PeaceLink: "Serve una BioBanca affinché non si perdano le prove di quanto sta avvenendo"

Conserve casalinghe: le regole per evitare il pericolo botulino

Secondo Eurosurveillance il nostro paese è ai vertici in Europa per casi di botulino. La ragione? La preparazione di conserve fatte in casa. Vale la pena, dunque, conoscere le accortezze per evitare l'intossicazione. Con la nostra miniguida

Tumori maligni, + 9% in bambini e ragazzi che vivono nei...

A dirlo è lo studio Sentieri, a cura dell'Istituto superiore della sanità (Iss). I 45 Siti di Interesse Nazionale o Regionale (SIN/SIR) presenti in tutta Italia vanno dalle miniere del Sulcis alle acciaierie dell'Ilva, dalle raffinerie di Gela alla città di Casale Monferrato, con la questione dell'eternit, fino alla "terra dei fuochi" in Campania, con le sue discariche incontrollate di rifiuti pericolosi.

Epatite C, Iss: “In aumento le infezioni per trattamenti estetici e...

Il 34% dei casi 34% dei casi segnalati nel 2017 sono legati a trattamenti di bellezza, come manicure, pedicure, rasature dal barbiere, piercing e tatuaggi. Il dato contenuto nel bollettino del Sistema Epidemiologico Integrato delle Epatiti dell'Istituto superiore di Sanità segnala. Il nostro speciale in edicola sui pericoli dei tattoo

Chikungunya, come colpisce la zanzara infetta e come ridurre il rischio

Dopo che la Capitale ha registrato 6 casi e sospeso le donazione di sangue, vediamo con l'aiuto dell'Istituto superiore della sanità quali sono i sintomi della malattia virale e quali i comportamenti da evitare

Attenzione al riso rosso: riduce il colesterolo ma ha reazioni avverse

La ricerca firmata dall'Istituto superiore di sanità ha valutato più di mille segnalazioni concludendo che questo integratore può provocare lesioni epatiche e muscolari. Nel 2013 l'Agenzia francese per la sicurezza alimentare ha sconsigliato il suo uso alle donne in gravidanza e ai bambini