venerdì, 7 Agosto 2020

Tag: idrossiclorochina

idrossiclorochina

Covid, i misteri dietro lo stop and go della idrossiclorochina

A forza di strappi, ripensamenti, stop, e ripartenze, la storia dell'idrossiclorochina, questo farmaco antimalarico dal nome di difficile pronuncia, utilizzato per curare il Covid-19, si è fatta molto intricata. L'ultimo passo in ordine cronologico, non da intendere come parola fine alla questione, è il disconoscimento da parte di tre autori su quattro dello studio pubblicato su Lancet che sosteneva gravi rischi collaterali. La storia del farmaco e le giravolte dell'Oms

CoVid 19, l’Aifa sospende l’autorizzazione all’uso dell’idrossiclorochina

All'inizio dell'emergenza epidemiologica, il principio attivo era stato autorizzato sulla base di studi preliminari che lo indicavano efficace nella cura dell'infezione

Idrossiclorochina, troppi rischi e l’Oms abbandona gli studi

La decisione dopo la pubblicazione di uno studio sulla rivista scientifica Lancet: dall'indagine emerge un rischio di morte più elevato conl'uso di questa classe di farmaci

Vendevano farmaci anti-covid online: i Nas sequestrano 4 siti web

 Tra i farmaci offerti ce n'erano anche a base di clorochina e di idrossiclorochina, due dei principi attivi più ricercati nel mondo per il trattamento del nuovo coronavirus, anche se di recente l'Agenzia europea per il farmaco ha avvertito sul rischio di gravi effetti collaterali dovuti al loro utilizzo.

Doccia gelata dalle Authority: “Ancora nessun farmaco efficace contro il virus”

Lo affermano le Agenzie del farmaco mondiali in un rapporto che illustra i risultati ottenuti dalle varie terapie sperimentali. Intanto in Francia è allerta sugli effetti indesiderati gravi dell'idrossiclorochina: troppe patologie cardiache