domenica, 25 Agosto 2019

Riccardo Quintili

572 ARTICOLI 0 Commenti

Un caffè corretto (dalle ingiustizie)

I lati oscuri della carica delle capsule, raccontata sul numero in edicola del Salvagente: mentre crescono business e ricavi per le multinazionali, il prezzo pagato a chi produce continua a scendere, Tanto che c'è chi ha rinunciato a raccoglierlo. Un'alternativa c'è, come spiega Paolo Pastore, direttore di Fairtrade

Un paio di Persol a 10 euro? Il trucco c’è (e...

Un lettore ci segnala un sito che dietro il nome di un ciclista in realtà conduce a un negozio che all'apparenza vende occhiali di marca a prezzi invcredibili. Ed è bene non crederci, dato che i rischi sono notevoli...

La battaglia di Malles Venosta contro i pesticidi, un referendum e...

L'ultimo atto qualche giorno fa, quando il sindaco è stato assolto dalle accuse di danno erariale per aver dato vita a un referendum in cui la stragrande maggioranza degli abitanti si era espressa contro i pesticidi. "Non è materia comunale" aveva sentenziato il Tar

Cosa nascondono le capsule del caffè: Il nuovo test del Salvagente

Le capsule per l'espresso conquistano le nostre case. Ma pesano i sospetti di cessione di sostanze pericolose. Noi abbiamo analizzato 11 marche (da Illy a Kimbo, da Lavazza a Nespresso, passando per Vergnano, Pellini, Coop, Esselunga, Nescafè, Splendid, Palombini). E...

Informare sull’uso corretto dei cellulari non è interesse di Stato

Ricorderete la sentenza del Tar che il 16 gennaio aveva obbligato i nostri ministeri a una campagna sull'uso corretto dei cellulari per impedire danni alla salute. I nostri dicasteri si erano detti d'accordo. Tranne aspettare l'ultimo minuto per presentare ricorso al Consiglio di Stato

Carte clonate, con i codici Otp le banche ora non rimborsano...

Il caso di un nostro lettore che riceve un sms da Unicredit per un acquisto internet di oltre 1.700 euro che non ha mai fatto. Blocca la carta e fa denuncia ma la banca risponde, in sostanza, che l'uso dell'autenticazione a più fattori esclude le sue responsabilità. Oltre il danno la beffa, commenta Raffaella Grisafi di Konsumer Italia

Bayer paga caro l’acquisto Monsanto: 4.500 tagli di personale in Germania

L'acquisizione del marchio finito sotto il mirino dei tribunali Usa per gli effetti del glifosato ha prodotto perdite che la multinazionale ha deciso di affrontare con 4.500 licenziamenti in Germania. Che dovrebbero diventare 12mila in tutto il mondo entro novembre, come rivela Bloomberg

Cartoni per la pizza al bisfenolo: la denuncia del Salvagente arriva...

L'eurodeputato Massimo Paolucci ha presentato una interrogazione a risposta scritta alla Commissione per informarla delle nostre analisi e chiedere se finalmente intenda porre un limite alla cessione dell'interferente endocrino anche per i contenitori per alimenti in carta. O se voglia vietare l'uso della riciclata (come già succede in Italia)

Cartoni per la pizza al bisfenolo, gli spagnoli: “Li acquistiamo in...

La Garcia de Pou, la ditta spagnola che marchia uno dei due cartoni per la pizza trovati contaminati dall'intereferente endocrino bisfenolo A ci scrive che li compra dall'Italia. Il produttore italiano conferma ma spiega: "seguiamo le leggi del paese a cui sono destinati"

198 mieli su 200 contaminati da glifosato in Canada

La ricerca, effettuata da scienziati del ministero dell'agricoltura di Montreal, ha mostrato la presenza praticamente in tutti i prodotti esaminati. Ben sopra quello che si attendevano gli esperti. E così, dopo la vicenda del grano, si apre un altro allarme per il Canada

Dentro o fuori dal frigo? Lo studio che spiega come cambia...

I laboratori del Gruppo Maurizi hanno analizzato le mozzarelle fino a 48 ore dalla produzione tenendole in frigo, dopo un passaggio in acqua tiepida e conservandole a temperatura ambiente. E hanno dimostrato come in quest'ultimo caso a guadagnare non è solo il sapore, ma anche i benefici per la salute

Il bisfenolo nei cartoni della pizza? Viene dalla carta riciclata

L'uso, vietato da noi, è permesso in molti altri paesi europei. E chi acquista i cartoni per riempirli con le milioni di pizze che gli italiani portano a casa, può comprarli tranquillamente. Soprattutto perché nessuno fissa un contenuto limite di bisfenolo nella carta, al contrario di quanto accade coi contenitori in plastica.