7 consigli per evitare (o curare) la pelle secca e screpolata

Pelle secca, screpolata, mani doloranti. Il freddo porta spesso problemi come questi, specie con l’età. La pelle, infatti, diventa più sottile e più secca con gli anni, rendendola più incline a secchezza cronica, prurito, desquamazione e screpolature. Un disagio che può diventare un rischio per la salute se i batteri penetrano nelle rotture della pelle, spiega a Consumer Reports, Shari Lipner, M.D., dermatologo presso la Weill Cornell Medicine e la NewYork-Presbyterian a New York.
Gli anziani che manifestano questo tipo di problemi, spiega il medico, dovrebbero anche assumere farmaci (come i diuretici) o controllare le proprie condizioni mediche (la tiroide, per esempio) che possono esacerbare la secchezza.
Lo strato superiore di pelle, l’epidermide, è costituito da cellule della pelle e una barriera lipidica (“grasso”) che impedisce alle sostanze nocive di penetrare e previene la perdita di umidità. Questa barriera si indebolisce con l’età, ma anche i fattori ambientali possono danneggiarlo.
Lavaggi eccessivi e aggressivi e detergenti troppo forti possono danneggiare la pelle, afferma Anne Chapas, M.D., fondatrice della Union Square Laser Dermatology di New York. E con meno umidità nell’aria durante i mesi invernali, è più difficile ricostituire ciò che è perduto.
Prevenire la pelle secca invernale mantenendo la pelle idratata è il miglior rimedio, ma alcuni suggerimenti potranno essere utili anche a riparare i danni:

Scegli la giusta crema idratante. Cerca prodotti contenenti ingredienti come ceramidi (oli), dimeticone (un tipo di silicone) e burro di karitè, che aiutano a fornire una buona tenuta sulla pelle. Gli acidi come l’acido lattico possono anche aiutare a rimuovere le cellule morte della pelle, dice Lipner. Ma attenzione alle possibili irritazioni.

Non riesci a tollerare l’untuosità? Usa una crema densa, suggerisce Lipner. In effetti, più è densa e meglio è. Una buona prova di spessore, nota, è di metterne una noce in mano e girare la mano. Se scivola via, non è abbastanza spessa.

Applicare quotidianamente. L’American Academy of Dermatology dice che quando la maggior parte delle persone raggiunge i 40 anni, ha bisogno di idratazione quotidiana. Portare la routine da una a due volte al giorno può essere utile quando la pelle è molto secca. Meglio effettuare l’operazione quando la pelle è un po’ bagnata.

Abbreviare il tempo di doccia e abbassare la temperatura. Bagni caldi e docce asciugano la pelle, quindi l’ideale è non superare i 5 minuti e usare acqua tiepida.

Evitare detergenti aggressivi. Tutti i saponi seccano la pelle, sottolinea Chapas, ma gli esfolianti, i detergenti a base di alcool e i saponi profumati possono essere particolarmente irritanti. Usiamo pochissimo sapone sul tronco e sugli arti. “Quelle zone non si sporcano molto di sudore”, dice Chapas, “e stai davvero asciugando la pelle più di quanto non lo stia aiutando.”

Aumentare l’umidità in casa. Il riscaldamento interno può far scendere l’umidità dall’aria e dalla pelle. L’uso di un umidificatore può aggiungerlo nuovamente. Cerca di mantenere l’aria interna al 30-50% di umidità.

La pelle è così secca che può infettarsi. Se ciò accade, pulirla con acqua ossigenata e applicare un unguento antibiotico da banco, dice Lipner. Se peggiora, “è meglio vedere un medico perché a volte sono necessari antibiotici orali”.