venerdì, 22 marzo 2019

Tag: modem

Costi di recesso: che fine ha fatto la delibera Agcom che...

Dopo la delibera che avrebbe obbligato i gestori a non superare il canone pagato le compagnie hanno fatto ricorso al Tar. E anche chi, come Tim, proclamava di avere intenzione di modificarli, continua ad applicarli a danno degli utenti. Come dimostra il caso di una nostra lettrice

Infostrada mi informa che passa alla Fttc: ci sarà la fregatura?

Ad alcuni clienti sta arrivando un messaggio da parte dell'operatore che avvisa del passaggio dall'Adsl alla fibra. Tutto senza aggravi per i clienti, si dice. C'è da fidarsi? Ce lo spiega Valentina Masciari di Konsumer Italia

Fisso e internet, il ritorno delle spese di attivazione (salate e...

I costi di attivazione tornano prepotenti a gonfiare le bollette dei consumatori. Per alcuni anni, infatti, venivano regolarmente scontati pur di accaparrarsi nuovi clienti. Adesso si torna al passato. E non solo: un altro stratagemma molto usato è far pagare a rate l'assistenza offerta o imposta, e persino una strana "quota di adesione" all'offerta. Vediamo come si comportano i maggiori operatori con alcune delle loro offerte di punta.

“La fibra non si trasloca”. La bugia di Tim per aprire...

Un lettore trasloca e chiede a Tim come spostare la sua linea Fibra. Gli rispondono che deve chiudere il contratto e riaprirne un altro. Col quale scatta inesorabile l'addebito del modem... Ma è proprio così? No, come ci spiega Valentina Masciari di Konsumer Italia

Il modem torna a Tim ma gli addebiti rimangono… l’Odissea di...

Tim propone il passaggio a fibra ma poi non riesce ad attivarlo. Il modem viene restituito ma il gestore continua a fatturarlo. Altra segnalazione sul business dei modem che sembra inossidabile

“Altro che 12 euro in meno al mese…” Da Tim arriva...

Una nostra lettrice aderisce a un'offerta che credeva vantaggiosa: accettare il modem e in cambio ricevere uno sconto di 12 euro al mese. Lo fa ripetere anche nella registrazione vocale ma alla fine dello sconto non c'è più traccia del modem (e dei suoi costi) sì

Una telefonata per chiedere informazioni a Tim e mi trovo un...

Una lettrice chiama il call center per chiedere informazioni per il contratto della madre e alla fine si vede attivare un contratto con spese incomprensibili e sconvenienti. Senza né fare la registrazione vocale né firmarlo, sostiene. Ecco come uscirne con i consigli di Valentina Masciari di Konsumer Italia

Lasciare Tim e trovarsi a pagare a rate un modem inutile

È quanto scoprono in molti utenti che si accorgono come, una volta abbandonato l'operatore in favore di un concorrente, si trovano "sul collo" un modem che devono continuare a pagare, per quanto utile... come un fermacarte

Il Tim box “a tradimento” (e noi paghiamo)

Una telefonata annuncia il cambio di modem da parte dell'operatore ma arriva il decoder che comporta un addebito ulteriore. E se non lo si rifiuta subito sono guai. La storia di un nostro abbonato

Se l’agenzia Tim dopo la firma del contratto lascia solo il...

Una nostra lettrice decide di accettare un'offerta business con Tim. Sembra andare tutto a buon fine, ma solo dopo scopre che non viene riportata la partita Iva (e dque non può detrarlo), l'operatore non ha traccia del contratto. Dulcis in fundo, il modemo gli è stato venduto per 240 euro più Iva. Ci aiuta a capire come reagire Valentina Masciari, di Konsumer Italia

“Ho disdetto il contratto 3Fiber, devo continuare a pagare il modem?”

Un nostro lettore ci segnala di aver disdetto il suo contratto dal momento che la copertura internet era scarsa: vuole sapere se deve comunque continuare a pagare le rate del modem

Telefonia, Agcom: “Costi di recesso non siano superiori al canone pagato”

L'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni mette mano alla fastidiosa pratica degli operatori di spillare soldi anche ai clienti in uscita, approvando le nuove “Linee guida sulle modalità di dismissione e trasferimento dell’utenza nei contratti per adesione”. Tra le novità, il fatto che gli sconti iniziali non possono essere richiesti per intero al momento dell'addio da parte del cliente, ma proporzionalmente al tempo di permanenza e al valore del contratto. E le rate residue da pagare per smartphone e modem possono essere rateizzate