martedì, 12 Novembre 2019

Tag: istituto ramazzini

Iss: nessuna prova sul legame cellulari e tumori

L'Istituto superiore di sanità ha pubblicato il nuovo rapporto Isistan 'Esposizione a radiofrequenze e tumori’. Il documento chiarisce l’inesistenza di prove scientifiche riguardo il legame tra l’utilizzo prolungato degli smartphone, per un periodo di tempo superiore ai 10 anni, e l’incremento del rischio di sviluppare tumori maligni o benigni nelle aree più esposte alle radiazioni durante le chiamate vocali

Aspartame studio inglese: “L’Efsa sottovalutò rischio. Va vietata la vendita”

L'Authority europea, nonostante le evidenze dello studio Ramazzini che associò il consumo dell'aspartame all'insorgenza di cancro, nel 2013 stabilì che l'edulcorante è sicuro. Ma per gli accademici britannici "l'autorizzazione avvenne con gravi difetti nella valutazione della sicurezza del dolcificante"

5G, la rete corre più veloce della scienza

Il 5G promette di far viaggiare i dati per la navigazione mobile a una velocità mai vista ed è già partito in alcune città, senza però aver sciolto tutti i dubbi su una tecnologia ancora sperimentale e con troppi punti interrogativi sulla salute. Nel numero in edicola del Salvagente un ampio speciale. Vi anticipiamo il parere, discorde, di due esperti

Glifosato, il Ramazzini: “Al via nuovo studio per valutare gli effetti...

L'Istituto scientifico bolognese - dopo lo studio pilota sugli effetti a breve termine legati all'esposizione all'erbicida "probabile cancerogeno" pubblicato nel maggio 2018 - in autunno ne avvierà uno nuovo per valutare l'impatto a lungo termine. La Belpoggi: "Fare luce sulle incertezze"

Fiorella Belpoggi sui fanghi tossici: “È il via libera a mille...

La direttrice del centro di ricerca sul cancro “Cesare Maltoni” dell’istituto Ramazzini, in un'intervista esclusiva a ilSalvagente.it, spiega perché l'art. 41 del decreto Genova avvelenerà i nostri campi coltivati e minaccerà la nostra salute. E chiede che venga modificato. Oggi in edicola il numero del Salvagente con l'inchiesta integrale

Il consumo cronico di aspartame e acesulfame mette a rischio il...

Uno studio condotto da un'équipe di ricercatori messicani ha trovato che l'assunzione prolungata di questi edulcoranti, specie se iniziata presto, agisce in negativo sulle cellule neuronali

Sucralosio, nuovo studio dà ragione all’Istituto Ramazzini: “Non è sicuro per...

il dolcificante artificiale crea anche metaboliti del ​​cui potenziale effetto sulla salute sappiamo poco o nulla. L'anno scorso la richiesta di vietarlo in quanto cancerogeno della fondazione italiana era stata respinta dall'Efsa

Glifosato, Greenpeace: “Fare luce sugli effetti delle formulazioni commerciali”

Federica Ferrario plaude al nuovo studio della Ramazzini di Bologna: "I cittadini non sono esposti solo al principio attivo ma soprattutto a un mix di sostanze chimiche diverse prensenti nelle formulazioni in vendita"

Cellulari e tumori, Belpoggi (Ramazzini): “Anche le antenne provocano danni”

L'Istituto di ricerca bolognese ha presentato i dati della ricerca condotta sui ratti per valutare l'impatto dell’esposizione alle radiazioni prodotte da ripetitori e dispositivi per la telefonia mobile: "Non facciamo allarmismo ma abbiamo identificato un pericolo. Lo Iarc rivede la classificazioni dei campi magnetici"

Tumori, cellulari e Wi-fi: lo studio scientifico del Ramazzini

Alle 11 30 in diretta Facebook (anche sulla nostra pagina) la dottoressa Belpoggi illustrerà i dati della ricerca sull'impatto dell’esposizione alle radiazioni prodotte da antenne e dispositivi per la telefonia mobile. Lo studio è stato condotto su 2.400 ratti per 10 anni

“Così abbiamo provato che il glifosato altera il sistema ormonale”

Fiorella Belpoggi, direttrice del Ramazzini, intervistata dal Salvagente: “I primi risultati del nostro studio sugli effetti dell’erbicida non sono sufficienti per definirlo cancerogeno ma è certa l’interferenza endocrina capace di condizionare lo sviluppo sessuale”

L’ombra del conflitto di interessi sull’assoluzione Efsa del sucralosio

Tre dei 18 membri del panel dell'Autorità che ha assolto l'edulcorante hanno lavorato o hanno tuttora in corso rapporti con aziende private. Siamo sicuri che questo non mini l'indipendenza dell'Autorità per la sicurezza alimentare europea?