domenica, 16 dicembre 2018

e.cig

E-cig, lo svapo può provocare l’asma? Gli esperti si dividono

L'acetale di aldeide PG, che può svilupparsi durante l'uso delle sigarette elettroniche, secondo una ricerca americana sarebbe in grado di irritare le vie respiratorie. Il biochimico italiano Fortunato Francia spiega che in Europa esiste una normativa che vieta l'utilizzo nei liquidi per svapare di una delle sostanze che formano l'acetale. Ma in alcuni casi è possibile aggirarla

70 esperti e attivisti anti-tabacco all’Oms: “Sigarette elettroniche riducono il danno”

professori, medici e attivisti anti-tabacco hanno scritto una lettera aperta all'Organizzazione mondiale della sanità in difesa delle sigarette elettroniche come metodo di riduzione del danno causato dal tabagismo

A chi giova condannare a morte la sigaretta elettronica

Mentre il governo prende tempo e non decide sulle sigarette elettroniche le aziende italiane chiudono e le quote di mercato vanno a Spagna, Francia e Germania. E così uno strumento di riduzione del danno si sta estinguendo a favore sigarette tradizionali. L'intervento del direttore di SigMagazine

Inghilterra, richiamati 32 lotti di sigarette elettroniche Vype a rischio incendio

Queste partite di e-cig, pur non essendo vendute nei negozi italiani, possono essere comunque acquistate online

Sigarette elettroniche, Roberto Fico chiude la partita: “Emendamento no tax inammissibile”

L'emendamento "Salva svapo" non finirà nel testo finale del decreto dignità. Ma il comparto si dice ottimista: "Abbiamo provato che la liberalizzazione è possibile"

Sigarette elettroniche, riammesso l’emendamento per abolizione della tassa

Il cosiddetto emendamento "salva vaping" è stato riammesso nel testo del decreto dignità, e così se verrà votato, la tassa sulle e-cig, introdotta dal governo Gentiloni, verrà abolita.

E-cig, da oggi stop a vendita online dei liquidi con nicotina

Entra in vigore il decreto fiscale fortemente contestato dal settore della sigaretta elettronica. Ma c'è ancora qualche giorno per correggere il tiro in Parlamento e riaprire la vendita in rete.

Sigarette elettroniche, a Montecitorio la protesta contro la stretta

Al centro della manifestazione l'introduzione della tassazione dei liquidi per le e-gig, anche quelle senza nicotina, che porterebbe il prezzo di un flaconcino da 5 a 12-13 euro, e lo stop alla vendita online

Rita Bernardini: “Nessuno tocchi le sigarette elettroniche”

Sul Dubbio la difesa dell'onorevole Radicale: "Nel giro di un fazzoletto di giorni, lo Stato mette in ginocchio un settore che oggi coinvolge almeno trentamila persone, 2.500 punti vendita, 600 milioni di fatturato. Aiutiamo questo piccola fetta di mercato"

Perché il governo vuole la morte delle sigarette elettroniche?

Nel giro di poco tempo, arrivano la sentenza della Corte costituzionale che dà il via libero alla tassazione anche sui liquidi senza nicotina e l'emendamento al decreto fiscale che bloccherà la vendita dei liquidi online, imponendo ai negozianti una regolamentazione simile a quella dei tabaccai. Una stretta che ha dietro gli interessi di Big Tobacco e un braccio di ferro tra produttori e venditori di E-cig

Monopoli di Stato (e Big Tobacco) provano il blitz sulle e-cig

Al disegno di legge di conversione del Dl cosiddetto "Manovrina", del 24 aprile, presentati emendamenti di carattere opposto. C'è chi chiede di diminuire la tassazione su un dispositivo che tutti dicono potrebbe salvare molte vite e chi punta sullo scippo: vietare la vendita di e-cig al di fuori dei tabaccai.

Big tobacco ammette: meno tumori con la e-cig rispetto alla sigaretta

Uno studio condotto sul tessuto polmonare "artificiale" e pagato dalla British American Tobacco ha dimostrato che il fumo tradizionale provoca 123 modificazioni geniche, quello "elettronico" appena due