Una dieta equilibrata può prevenire problemi all’udito

Seguire una dieta sana può essere un altro modo per prevenire la perdita dell’udito. Lo dicono alcuni studi recenti, passati in rassegna da Consumer Reports. Enrique Perez, otorinolaringoiatra presso il Mount Sinai Hospital di New York City afferma: “È chiaro ora che la dieta è un fattore, insieme ad altri problemi come l’inquinamento acustico, l’età, alcuni tipi di farmaci e persino alcune condizioni mediche come il diabete”.

Frutta, verdura e Omega-3

In una revisione del 2020 di 22 studi, i ricercatori in Spagna hanno trovato prove che collegano frutta e verdura, acidi grassi omega-3 e nutrienti antiossidanti, come le vitamine A, C ed E, a un minor rischio di sviluppare ipoacusia legata all’età. Altre ricerche mostrano che le persone che mangiavano pesce da due a quattro volte alla settimana avevano circa il 20% in meno di possibilità di problemi di udito e che l’assunzione di una quantità insufficiente di folato – meno di 200 mg al giorno – aumentava il rischio.

Non c’è una dieta sola ideale

“Ma piuttosto che concentrarsi su cibi o sostanze nutritive specifici, molti esperti affermano che è la qualità della dieta generale che è più importante per un udito sano” scrive Consumer Reports. Ad esempio, in uno studio del 2018 che ha coinvolto più di 81.000 donne, quelle la cui dieta corrispondeva maggiormente a uno dei tre modelli alimentari sani: la dieta mediterranea alternativa (Amed), l’approccio dietetico per fermare l’ipertensione (Dash) e il 2010 Alternative Healthy Eating Indice (Ahei-2010): aveva un rischio inferiore del 30% di sviluppare la perdita dell’udito durante il periodo di studio di 22 anni. (Le donne avevano un’età compresa tra 27 e 44 anni all’inizio dello studio.) Un altro studio su oltre 3.000 donne pubblicato nel 2020 sull’American Journal of Epidemiology ha trovato risultati simili.

Come la dieta influisce sulle orecchie

Ci sono diversi motivi per cui una dieta sana può proteggere dalla perdita dell’udito, afferma Sharon Curhan, MD, medico ed epidemiologo al Brigham and Women’s Hospital di Boston, autrice principale di entrambi gli studi. Proprio come per il resto del corpo, un flusso sanguigno adeguato è fondamentale per il corretto funzionamento dell’orecchio. Una dieta sana può aiutare a migliorare questo, migliorando il colesterolo e abbassando la pressione sanguigna. Una dieta sana può anche fornire protezione contro i danni ossidativi e ridurre l’infiammazione. Ci sono anche prove di una connessione tra perdita dell’udito e diabete di tipo 2 e ipertensione arteriosa, condizioni in cui la qualità dei cibi che mangi contribuisce notevolmente al rischio, Secondo quello che dice Erika Woodson, otorinolaringoiatra presso la Cleveland Clinic. “L’orecchio interno è molto simile sia ai reni che agli occhi, nel senso che la sua salute dipende dal più piccolo dei vasi sanguigni”, dice. “Sappiamo che il diabete di tipo 2 e l’ipertensione causano danni a questi minuscoli vasi sanguigni e colpiscono sia i reni che gli occhi. Poche persone sanno che lo stesso danno d’organo si verifica nelle orecchie “. “Dico a tutti i miei pazienti con ipoacusia di seguire una dieta salutare per il cuore “, afferma Woodson. “Se fa bene al tuo cuore, farà bene anche alle tue orecchie.” I modelli alimentari sani per il cuore sono per lo più incentrati su molti cibi vegetali di alta qualità e basse quantità di cibi di origine animale, cereali raffinati, zuccheri aggiunti e grassi malsani. Afferma Woodson. “Gli integratori alimentari non svolgono un ruolo nella salute dell’udito.”