Mascherina fai-da-te: come preparare la propria protezione

Mascherine introvabili e sempre più regioni pronte a renderle obbligatorie quando si è in pubblico o si fa la spesa. Come risolvere questo problema? Il prestigioso quotidiano statunitense New York Times ha pubblicato un tutorial per cucirsi da sé la protezione facciale. Ecco cosa serve e i passaggi da compiere (riassunti in modo grafico qui).

Il materiale occorrente

Ago e filo;

Forbici;

Spille o fermagli per trattenere i tessuti in posizione;

Tessuto in cotone 100% di almeno 50 cm per 50 cm, come un canovaccio da cucina;

4 strisce di tessuto lunghe 45 cm e larghe 2 cm (oppure 4 lacci piatti o due elastici piatti).

Primo passaggio: prepara il materiale

Prendi il tessuto facendo attenzione che sia bello asciutto. Piega il tessuto a metà e poi misura e ritaglia un rettangolo da 24 cm per 16 cm. Servono due due strati di dimensioni identiche. Questa è la base della mascherina:

Ora tocca alle strisce: ritaglia 4 pezzi sottili di materiale, lunghi 45 cm e larghi 2 cm (oppure usiamo i lacci o gli elastici come da materiale occorrente). Piega ogni pezzo di tessuto due volte in senso longitudinale, quindi ancora una volta per infilare i bordi grezzi all’interno. Cucire una linea retta lungo il centro. Ciò eviterà che i lacci del tessuto presentino bordi sfrangiati.

Secondo passaggio: cuci i “lacci”

Prendiamo le 4 strisce preparate e cuciamole ad ogni angolo del nostro rettangolo con il esterno della striscia rivolto verso di noi. Assicuriamoci che le fascette siano raccolte al centro del rettangolo prima di passare al passaggio successivo. Se usiamo elastici ricordiamoci che difficilmente potranno poi essere lavati (se poi siamo allergici al lattice, evitiamo).

Terzo passaggio: unisci le due basi

Prendi il secondo strato di tessuto rettangolare e allinealo con il primo, facendo attenzione alle fascette (o gli elastici) fissati ai 4 angoli del primo strato. Fissiamo con aghi o spilli i due rettangoli.

Quarto passaggio: inizia a cucire

Dal centro, cucire una linea retta verso l’angolo inferiore sinistro, a circa mezzo centimetro sopra il bordo inferiore del tessuto. Rimuovi eventuali spilli mentre cuciamo le due basi rettangolari.

Assicurati che le fascette elastiche o in tessuto siano fissate negli angoli, e cuci sopra alle estremià ovvero assicurarti che l’ago passi attraverso i tre pezzi: lo strato superiore, l’estremità della “striscia” (o elastico) e lo strato inferiore. Aggiungi un paio di punti in avanti e all’indietro (in entrambe le direzioni) per fissare bene i legami.

Quinto passaggio: completa la cucitura

Cuci tutto il perimetro degli strati di tessuto, ripetendo il movimento avanti e indietro su ogni angolo per fissare tutte le estremità elastiche o le fascette. Continua a cucire verso il punto di partenza, ma fermati prima per lasciare uno spazio di circa 4 cm dal punto dove hai cominciato la cucitura.

Sesto e settimo passaggio: gira la mascherina e fai le “pieghe”

Porta verso di te la “faccia” esterna della mascherina con i 4 “legacci” stesi.

Fai tre pieghe sfalsate longitudinalmente sulla maschera, come se piegassi un ventaglio di carta. Questo aiuta la maschera a conformarsi al viso di chi la indossa. Fissare ogni piega con degli spilli.

Ottavo passaggio: la mascherina è pronta per essere indossata

Con le pieghe tenute in posizione da spilli, cucire attorno al perimetro della maschera, a circa 2 cms di distanza dal bordo della cucitura precedente. Fare attenzione quando si ricuciscono le pieghe poiché il tessuto potrebbe essere piuttosto spesso. Valutate la possibilità di un secondo giro di cucitura per fissare bene le pieghe. La vostra mascherina è pronta.

Qui tutto il tutorial grafico del New York Times.