Bollette a 28 giorni, ennesima multa agli operatori per mancati rimborsi automatici

Si perde il conto delle sanzioni che i 4 maggiori operatori italiani hanno ricevuto negli anni per la scellerata idea di passare alle bollette a 28 giorni, poi ritrattata in meno di un anno. Adesso arriva la multa dell’Autorità garante per le comunicazioni per 9 milioni di euro complessivi sul capo di Tim, Wind Tre, Fastweb e Vodafone. Questa volta la ragione della mazzata è mancata restituzione automatica dei “giorni erosi”. Nello specifico, sono 3 milioni per Tim; 2,5 milioni per Vodafone; 2 milioni per Wind Tre e 1,5 milioni per Fastweb.

Meno di due mesi fa l’Antitrust aveva sanzionato i 4 operatori per 228 milioni per aver fatto cartello nel rialzare le tariffe dopo l’imposizione dello stop alle bollette a 28 giorni.Pochi giorni dopo, il Consiglio di Stato aveva dato ragione l’Agcom sulla legittimità dei rimborsi automatici ai clienti. Eppure finora gli operatori continuano a rifiutarsi di applicare la direttiva. A quando la prossima sanzione?