Tinder, Meetic, Badoo e gli altri, ecco come i siti per incontri riescono a farvi aprire il portafogli

Promettono di farvi incontrare l’uomo o la donna della vostra vita senza spendere un soldo, ma alla fine i siti per incontri hanno a disposizione diversi trucchi per far aprire i portafogli agli iscritti. A elencare i 7 escamotage più comuni è il magazine francese 60 millions de consommateurs. Vediamoli.

1. Offrire account gratuiti ma inutilizzabili

Badoo, Tinder, Adotta un ragazzo, incontri Elite: tutti questi siti, che hanno decine di milioni di abbonati in Francia, si offrono di creare un account gratuitamente. Ma per sfruttare le diverse funzionalità, anche le più basilari, devi generalmente estrarre la tua carta di credito. Su Badoo, ad esempio, è obbligatorio sottoscrivere un abbonamento premium fatturato a 2,09 euro al giorno per scoprire l’identità di un utente che ti ha inviato un “mi piace”. Senza questa transazione, è difficile, se non impossibile, comunicare con lui. Su Adottaunragazzo, senza passare alla cassa (29,90 euro al mese), non puoi leggere i messaggi ricevuti. Su Tinder, il pagamento ti consente di evidenziare il tuo profilo a scapito degli account senza abbonamento. In sintesi, sui siti di incontri, la frustrazione è generalmente il prezzo della gratuità.

2. Aggiungere automaticamente immagini sfocate e sexy

Su Vivaflirt, i nuovi iscritti che non caricano una foto profilo se ne trovano una casuale sfocata, assegnata automaticamente dal sito! Un modo per rendere gli account più “sexy”, poiché l’aggiunta di una foto provoca spesso più reazioni. Ma questa foto maschera le caratteristiche fisiche di alcuni utenti e alimenta la confusione tra mittenti e destinatari.

3. Aumentare artificialmente il numero di iscritti

Per apparire più interessanti, alcuni siti di dating non esitano ad aggiungere il numero di iscritti dalle loro diverse piattaforme, anche se ciò significa mancanza di trasparenza nei confronti degli utenti. È il caso dei siti web Vivaflirt, Place des Célibataire e Gossy, che rivendicano centinaia di migliaia di abbonati e appartengono allo stesso gruppo francese, Exanov. Il metodo utilizzato è semplice: quando un utente crea un profilo su Vivaflirt, viene pubblicato sugli altri due. Spesso senza saperlo, un utente può essere contattato da un abbonato di Gossy o Place des Singles e viceversa.

4. Far pagare all’utente per accedere … al suo messaggio di benvenuto

“Hai un nuovo messaggio. Pochi secondi dopo la registrazione a un sito di incontri, a volte appare un messaggio privato. Hai già un messaggio dolce di un ammiratore?” Il nuovo abbonato capisce che è necessario pagare per poterlo leggere. Un metodo di incentivazione utilizzato per spingere l’utente a diventare un membro pagante. Dopo la transazione, spesso scopre che il messaggio è in realtà un’e-mail di benvenuto inviata dal sito! Una tecnica di vendita osservata ad esempio su Adottaunragazzo, che gioca con le emozioni dei nuovi arrivati.

5. Abbonamenti a vita “troppo” facili

In molti forum, gli utenti del sito di incontri Badoo lamentano di essersi visti addebitare  involontariamente 129,99 euro, l’importo di un abbonamento “a vita” al servizio. Gli utenti di Internet collegano prima le loro carte bancarie alla piattaforma registrando le loro coordinate dopo un primo acquisto, nella maggior parte dei casi. Quindi fanno clic sul pulsante sbagliato, che convalida la transazione. Un metodo di pagamento completamente legale, ma che sorprende molti utenti. Per evitare di essere addebitati contro la sua volontà, è meglio non collegare mai la sua normale carta di credito alla piattaforma.

6. Anche da abbonati, ci sono spese extra

Anche con un abbonamento, a volte è necessario integrare con altri pagamenti per sfruttare tutte le funzionalità. Un sistema a doppio pedaggio implementato su Badoo. Acquistando ulteriormente crediti, questi offrono, tra le altre cose, la possibilità di evidenziare la tua foto per un tempo limitato con altri membri.

7. Rendere difficile l’annullamento dell’iscrizione

Infine, va segnalata l’estrema a cancellare il tuo account o annullare l’iscrizione. Gérard Lorentz, ex utente di Meetic, ricorda: “Quando volevo terminare l’abbonamento qualche anno fa, ho fatto clic su un pulsante di” conferma “che ha effettivamente convalidato la cancellazione del mio unsubscribe! “Dopo un nuovo addebito annotato sul suo conto, scopre di essere ancora iscritto. “Se vuoi contestare l’addebito, chiama il servizio clienti per segnalare il caso, ti rimborseremo”, afferma Morgan Cauvin, responsabile delle comunicazioni del gruppo Match, che possiede Meetic ma anche Tinder o OK Cupid. In generale, tanto è intuitivo iscriversi, tanto è difficile lasciare il sito e magari andarsi a procacciare nuovi incontri romantici per strada.