Premio per il prodotto più fuorviante: tra i candidati Coco pops e Tè Lipton Matcha

L’associazione dei consumatori Foodwatch che opera in Francia, Germania e Olanda ha lanciato come ogni anno la votazione per il “prodotto alimentare più fuorviante”. L’ironico premio, Het gouden Windwi 2019, vede tra gli sfortunati candidati anche le barrette Kellogg’s Coco pops e il té freddo Lipton Matcha, oltre ad altri non commercializzati in Italia.

Barrette Kellogg Coco pops

“Vitamine, minerali, consigli dei genitori, un personaggio dei cartoni animati felice. Il misuratore di sciocchezze del marketing funziona a tutta velocità con questa bomba di zucchero di Kellogg” scrive Foodwatch per presentare il “candidato” barretta al cioccolato Coco pops. “Hai una bomba di zucchero ma vuoi renderla sana? L’industria alimentare ha una ricetta ben nota: aggiungi un po’ di vitamina in polvere e stampa sulla confezione claim che richiamano al benessere”. Anche frasi come “raccomandato dai genitori” vaghe e poco significative, vengono giudicate male da FoodWatch. Eppure, continua l’associazione, la barretta è ricca di zuccheri.

Tè Lipton matcha

“Il puro matcha giapponese dà una svolta a questa bevanda”, dice Lipton, peccatp che nel Tè freddo al gusto di Matcha, di questa erba ci sia solo lo 0,007% di contenuto. Contiene inoltre estratto di tè verde allo 0,14%. “Quindi hanno anche dovuto aggiungere 20 volte più estratto di tè verde a questa bevanda di Lipton per renderlo un po ‘simile al tè” ironizza il redattore di Foodwatch, che afferma di aver riso, quando ha letto nella confezione: “una quantità perfettamente bilanciata di estratto di tè”. Inoltre nell’etichetta si cita, scritto un po’ più piccolo, anche la presenza di zenzero e citronella, “al gusto di” in caratteri minuscoli. Ma in realtà di questi due prodotti c’è solo un po’ di aroma. “E il colore verde viene dalla bottiglia di plastica verde e il tè stesso ha un colore più giallo”.

Gli altri prodotti in gara

Gli altri sei prodotti alimentari nominati per il premio sono: formaggio di capra Albert Heijn Beetroot, burro di arachidi Bongo, verdura stagionale AH, De Kleine Cucina a base di cioccolato, Damhert Woudvruchten e acqua di sorgente Cano in scatola. Albert Heijn, per esempio, vende asparagi dal Perù e fagiolini dal Marocco come “verdure di stagione” e nel burro di arachidi Bongocirca la metà del contenuto è costituito da olio, zucchero e grasso di palma. I consumatori possono votare sulla pagina apposita nelle prossime settimane. L’anno scorso ha vinto Smartwater della Coca-Cola. “Contrariamente a quanto suggerisce la Coca-Cola, “Smartwater” non è meglio dell’acqua minerale convenzionale, ma costa fino a sette volte di più. L’azienda produttrice di bevande si riferisce a un metodo di produzione presumibilmente “ispirato alle nuvole” spiegava Foodwatch.