Ranitidina, nuovo richiamo di farmaci: coinvolti quelli della Pensa Pharma

Ancora un richiamo di farmaci a base di ranitidina. Questa volta è l’azienda farmaceutica, Pensa Pharma S.p.a., ad informare i pazienti del richiamo di alcuni lotti del loro farmaco. Il motivo è la presenza, in alcuni di questi lotti, dell’impurezza NDMA appartenente alla classe delle nitrosammine.

Nello specifico si tratta dei lotti RANITIDINA PEN*20CPR RIV 150MG – AIC 035334022 – lotti nn.A170076 scad. 1-2020, A170945 scad. 6-2020, A171187 scad. 8-2020, A171750 scad. 12-2020, RANITIDINA PEN*20CPR RIV 300MG – AIC 035334034 – lotti nn. A170075 scad. 1-2020, A170945 scad. 6-2020 e A171187 scad. 8-2020.

La Società Pensa Pharma, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello Sportello dei Diritti, fa presente che il ritiro riguarda esclusivamente i sopra menzionati lotti con scadenza 2020. Per gli altri lotti di Ranitidina, oggetto del divieto di utilizzo, seguiranno ulteriori indicazioni in attesa dei risultati delle analisi relative alle impurezze nitrosamminiche.