Bollette, tra Eni e Iberdrola alla fiera degli sconti: qual è la tariffa migliore?

Caro Salvagente,

il mio attuale gestore – Eni per luce e gas – mi ha avvisato che ad ottobre scade il mio contratto e mi ha prospettato il rinnovo (tacito se non rifiuto) con tariffa in aumento. Qualche giorno dopo sono stato contattato telefonicamente da un altro gestore Iberdrola che mi ha fatto una proposta più vantaggiosa di quella mia attuale. Non passano due giorni che lo stesso Eni mi inoltra via mail una proposta per entrambe le utenze (Link basic) a costi praticamente dimezzati rispetto alle mie tariffe attuali.
Ma come è possibile se mi hanno appena prospettato un aumento pochi giorni prima?
Morale….non ci capisco più niente. Cosa mi consigliate di fare per trovare delle tariffe vantaggiose e non cadere in tranelli?

Marco Chiampo

Gentile Marco non è il solo a “perdersi” alla fiera degli sconti: la concorrenza a tratti spietata e spesso poco chiara penalizza senza dubbio gli utenti. Abbiamo chiesto un parere a Valentina Masciari responsabile utenze di Konsumer Italia.

È evidente che adesso, più di prima c’è una confusione estrema nelle offerte per l’energia; consideriamo sempre che il costo della materia prima è l’unico valore soggetto ad offerte dei vari fornitori e che spesso i consumatori sono tratti in inganno da offerte non molto chiare e che la composizione stessa della fattura luce o gas non consente di orientarsi benissimo nel turbinio di offerte che oramai bombardano i consumatori.

È quasi normale ricevere chiamate dai vari fornitori che attuano questa specie di guerra dei prezzi ma concretamente va valutato con molta attenzione ciò che ci viene prospettato. La consapevolezza in materia, da parte del  consumatore, è certamente aumentata nell’ultimo periodo ma ancora non si è totalmente coscienti di quelli che possono essere i tranelli nascosti in un’offerta sottoscritta ad esempio, telefonicamente, tramite registrazione vocale, dove semplicemente i ritmi stessi dell’informativa data sull’offerta, per ottenere i consensi, sono talmente elevati e le parole così poco comprensibili, che anche un esperto avrebbe difficoltà ad individuare i tranelli

Dal primo luglio 2018, è comunque attivo on line, il Portale delle Offerte, sul quale sono pubblicate tutte le offerte presenti sul mercato elettrico e del gas; quindi clienti domestici e piccole imprese possono confrontare le varie offerte presenti sul mercato libero. Il Portale è gestito dall’Acquirente Unico, come stabilito dall’Arera, in vista della chiusura definitiva del mercato di tutela, previstaperluglio 2020.

Per quanto riguarda il signor Chiampo, diciamo che non esiste un’offerta vantaggiosa in assoluto ma, deve scegliere e quindi valutare l’offerta che è vantaggiosa per lui e per il suo tipo di consumi. Non farsi mai attrarre da risparmi stratosferici e fuori misura, che nella pratica, proprio per effetto della composizione della fattura e delle varie voci che sono presenti in questa, poi non si avranno. Quindi, nel momento in cui si riceve un’offerta, è necessario fermarsi e valutarla sulla base dei propri consumi e una verifica sul Portale indicato, potrebbe essere solo di aiuto per una decisione consapevole