domenica, 22 Maggio 2022

Tag: Eni

BOLLETTA CONTATORE TELELETTURA

Bolletta alle stelle per colpa dei consumi stimati. Ma che fine...

Un lettore ci segnala la sua esperienza dopo l'ennesimo cambio del contatore del gas: viste le tariffe attuali tiene i riscaldamenti spenti quasi tutto il giorno ma la bolletta continua ad aumentare. L'operatore gli spiega che il nuovo contatore "non è detto che comunichi la telelettura, ma serve sempre l'autolettura" per evitare i consumi stimati. Per sua fortuna Eni Plenitude accetta di rettificare la bolletta, ma negli altri casi?

I giacimenti da dove l’Italia estrarrà il nuovo gas

Una delle mosse strategiche del governo per contrastare il caro bollette nel medio, ma soprattutto nel lungo periodo, è aumentare l'attuale produzione di gas di 3,2 miliardi di metri cubi aggiungendone almeno altri 2,2 miliardi. Bonelli (Europa Verde): "Dal governo solo demagogia. Perché non interviene sugli extra-profitti dell'Eni?"
BOLLETTE ENI CONSUMATORI

Bollette, accordo Eni-consumatori: rate più vantaggiose di quelle del governo

Accordo tra Eni e le associazioni: gli utenti potranno rateizzare l’intero importo della bolletta, in 10 a 18 mesi, senza divenire morosi e senza anticipare il pagamento del 50% della fattura come prevede il meccanismo dell'Authority
VAL D'AGRI

Che ci fa in Val D’Agri un erbicida vietato dal 2009?

Nell'area lucana, dalle analisi dell'associazione di volontariato Cova Contro, spunta nel suolo e nell'acqua il Dcpa, pesticida cancerogeno bandito in Europa dal 2009, in quantità preoccupanti. L'ipotesi è che venga aggiunto alla lavorazione dei prodotti petroliferi in quel Texas italiano che è la Val D'Agri
ENI

La lettera di 50 scienziati a Draghi: “Fermare l’inganno della decarbonizzazione...

"L’uso e lo stoccaggio della CO2 (il cosiddetto Ccus, CarbonCapture Use and Storage) è realmente una tecnologia socialmente accettabile?" da questa domanda parte la lettera aperta firmata da oltre 50 accademici e scienziati italiani rivolta al presidente della Repubblica e al premier per contestare l'ipotesi, rivelata a inizio novembre da Greenpeace al Salvagente di destinare 150 milioni della legge di Bilancio gli impianti presenti a Ravenna, di proprietà Eni. Il Ccus, conosciuto anche come Ccs, da tempo solleva le critiche e le proteste delle associazioni ambientaliste che lo ritengono una falsa soluzione al problema delle emissioni inquinanti. 
PENALI CHIUSURA UTENZA GAS

Chiusura utenza gas per decesso dell’intestatario: come fare per evitare altre...

Il caso di un utente che chiude l'utenza del gas per il decesso di un familiare ma continua a ricevere le bollette dell'Eni per due anni. Ecco come comportarsi per non andare incontro a brutte sorprese con i consigli di Valentina Masciari di Konsumer Italia

L’Italia gli dà 150 milioni, ma l’impianto cattura CO2 di Eni...

Mentre il governo italiano sembra credere che la cattura della C02 in depositi sotterranei come strumento per la transizione ecologica sia un'idea talmente buona da prevedere in manovra 150 milioni di euro per finanziare il progetto Ccs (si chiama così, "Carbon capture and storage") di Eni a Ravenna, Bruxelles la pensa diversamente

Draghi “cade” nel bluff dell’Eni che ci costerà 150 milioni di...

Catturare anidride carbonica ricorrendo ai combustibili fossili. E magari utilizzare l'impianto per estrarre ancora petrolio. Il Css che Eni vorrebbe costruire a Ravenna per stoccare in fondo al mare la CO2 trova in manovra 150 milioni di euro pubblici. Un regalo che non fa bene all'ambiente ma di certo fa contenta la partecipata
DIESEL+

Diesel+, il Tar Lazio conferma la multa ad Eni: non è...

Il Tar Lazio ha confermato la multa con cui nel 2020 l'Antitrust ha condannato Eni al pagamento di una multa pari a 5 milioni di euro: secondo l'Autorità (e il Tar) infatti, non si può pubblicizzare il Diesel+ come gasolio migliore per le prestazioni e per l’ambiente

Draghi: “Rinnovabili hanno limiti, investire in Ccs”. Greenpeace: “Così si premia...

Mario Draghi, intervenendo alla Cop 26 sul clima, che si tiene in questi giorni a Glasgow, ha esplicitato quella che a molti ambientalisti sembra una preoccupante presa di posizione. Non solo per quei "limiti" attribuiti allo sviluppo delle energie rinnovabili, ma a anche e soprattutto a quella apertura di fatto alla Ccs, la tecnologia per intrappolare CO2 nel sottosuolo, in Italia proposta da Eni, di cui il Salvagente ha già scritto in passato

Greenpeace “occupa” piattaforma Eni: “Basta bugie, nascondere Co2 non salva il...

"Invece di fermare per sempre le piattaforme, il Governo lascia aperta la porta a nuove trivellazioni, mettendo a rischio la salute del clima e dei nostri mari. Non lo permetteremo" dicono gli attivisti durante l'azione sulla piattaforma Porto Corsini, individuata da Eni per il Ccs (la contestata operazione che prevede il sotterramento di anidride carbonica prodotta).

Metano, le rilevazioni di una Ong Usa: perdite da 25 impianti...

Nei paesi avanzati vengono fatte misure sistematiche sulle perdite di metano nell'atmosfera. Ci si basa essenzialmente sulle stime fornite dalle aziende del settore gas. Ma quando si fanno campagne di misura mirate, le emissioni di metano risultano da 2 a 4 volte quelle in precedenza stimate. La mappa delle perdite