A Napoli venerdì per non fare di tutt’erba un fascio

Non facciamo di tutt’erba un fascio. Con un titolo che è tutto un programma il Dipartimento di Farmacia organizza per il 14 giugno presso l’Aula D del nuovo plesso a partire dalle ore 9,30 un incontro aperto a tutti e del tutto gratuito.

Una giornata di studio per fare più chiarezza tra Cannabis terapeutica, Cannabis light e Cannabis ludica. L’esigenza di una giornata di approfondimento e di chiarimento su questi tre prodotti destinati a usi e rivolti a gruppi di consumatori differenti, trova la sua genesi nell’ultima sentenza a Sezioni unite della Corte di Cassazione risalente a poco più di una settimana. In questa sentenza si proibisce la commercializzazione di prodotti derivati dalla Cannabis sativa quali olio, foglie, infiorescenze e resine sempre che non posseggano capacità ed efficacia drogante. La giornata di studio organizzata dal prof. Alberto Ritieni, avrà inizio con i saluti del Presidente della Scuola di Medicina e Chirurgia prof. Luigi Califano e del Direttore del Dipartimento di Eccellenza di Farmacia prof.ssa Angela Zampella e vedrà coinvolti docenti del Dipartimento quali i prof. Orazio Taglialatela Scafati, Angelo A. Izzo, Giuseppina Mattace Raso che approfondiranno gli aspetti più scientifici, che chiariranno la definizione di “drogante” e il ruolo del CBD, delle diverse varietà di Cannabis sativa, che tratteranno degli usi terapeutici in patologie emergenti e, infine, daranno spazio all’uso della canapa nel settore nutraceutico-alimentare. Gli aspetti maggiormente collegati alla produzione primaria saranno trattati dal Dott. Procacci dell’Azienda agricola Cereris. È previsto un intervento per comprendere l’evoluzione normativa sulla cannabis attualmente in vigore e, soprattutto, i possibili sviluppi futuri, svolto dall’Avv. Nicomede Di Michele Presidente dell’Associazione Fracta Sativa.

A moderare i lavori e la discussione  sarà il direttore del “Il Salvagente”, Riccardo Quintili, che ha più volte trattato nel suo mensile la Cannabis dal punto di vista giornalistico e mediatico.

Qui la locandina dell’evento