Bollette a 28 giorni, in arrivo la beffa: il Consiglio di Stato blocca i rimborsi

Se fosse confermata, l’indiscrezione del Sole 24 ore dimostrerebbe un’enorme beffa per i consumatori che aspettano i rimborsi per le bollette a 28 giorni stabilite dall’Agcom.  “A quanto verificato dal quotidiano, infatti, “il Consiglio di Stato ha accolto la richiesta delle società di tlc di congelare i rimborsi per le bollette a 28 giorni, e quindi Telecom Italia, Vodafone, Wind Tre e Fastweb non dovranno rimborsare gli utenti entro il prossimo 31 dicembre per le bollette emesse a 28 giorni. Il Consiglio di Stato ha in sostanza disposto la sospensiva, come richiesto dalle società telefoniche, delle sentenze del Tar del Lazio che il mese scorso avevano confermato l’obbligo dei rimborsi entro fine anno”.

Tecnicamente quella del Consiglio di Stato è una sospensiva, non una decisione definitiva sul merito dei rimborsi, rimandata ai prossimi mesi, ma di fatto produrrebbe l’ennesimo smacco nei confronti dei consumatori raggirati dalle compagnie telefoniche che di rinvio in rinvio vedrebbero sfumare anche la certezza di ricevere sotto forma di giorni gratis nella prima bolletta del 2019, il maltolto.