Sky, Premium o Dazn? Con chi conviene seguire la serie A 2018/2019

Finita la sbornia dei mondiali, i milioni di tifosi italiani di calcio cominciano a pensare al campionato e a dove e come guarderanno le partite. A poche settimane dal calcio di inizio della serie A, carico di aspettative anche per l’arrivo di Ronaldo alla Juventus, finalmente Mediaset annuncia l’accordo con Perform che permetterà ai tifosi di continuare a seguire il campionato tramite l’abbonamento Premium. Attenzione, però, non tutte le partite. Dazn tv permetterà infatti agli abbonati di Mediaset la visione di 114 match nel corso dell’anno sportivo.

Premium resta a 19,90 al mese

Nello specifico, i clienti ‘Premium Calcio’ potranno accedere dal 1° agosto agli eventi sportivi della piattaforma Dazn, come conferma Mediaset che aggiunge: “al nuovo prezzo ridotto di 19,90 euro al mese gli spettatori troveranno compreso nel proprio abbonamento anche DAZN, il nuovo servizio di sport in streaming live e on demand”. Tra le partite in questione ci sono l’anticipo del sabato sera, la partita della domenica alle 12,30 e una delle 15,  oltre a tutta la tutta la B, gli highlights di tutte le partite del massimo campionato. Il servizio sarà fruibile su tutti i dispositivi connessi a internet, comprese le smart tv, ma non sul digitale terrestre. Nell’offerta di Mediaset rimarranno disponibili su Eurosport 1 e 2.

Va ricordato che chi ha già un contratto attivo con il calcio, visti i cambiamenti di palinsesto, può recedere senza spese fino al 15 agosto.

I punti critici da valutare

Non sono da sottovalutare alcuni punti critici. Intanto, l’aspetto hardware della faccenda: le partite saranno trasmesse in streaming, quindi se non si possiede un tablet, una smart tv o non si è disposti a guardare il match dallo smartphone o dal computer, l’unico modo per godersela su grande schermo è acquistare e attivare un adattatore di segnale, come google chrome per intendersi, che trasmetta il segnale dal dispositivo portatile alla tv. Un’operazione che ha un costo e che per i più anziani e per i meno avvezzi alla tecnologia, potrebbe causare non poche difficoltà. Inoltre, non è chiaro se le partite incluse nel pacchetto saranno comunicate tutte a inizio stagione o pure no. E questo è tutt’altro che un dettaglio, visto che un vero tifoso è disposto a spendere soldi solo con la certezza di poter vedere la propria squadra del cuore.

Sky 19,90 per i primi 6 mesi su digitale

Allo stesso prezzo di Premium Calcio, 19,90 euro al mese, ma solo per i primi sei mesi (poi l’abbonamento passa a 29,90 al mese, a cui va aggiunto il costo di attivazione di 29 euro) Sky propone il pacchetto calcio su digitale terrestre: 7 partite su 10 ogni giornata per la serie A. L’offerta varia di prezzo se rivolta chi decide di attivarla con connessione via fibra ottica o con Sky Q via satellite, 29,90 euro al mese per i primi 12 mesi (poi 49,60). Anche qui, però, rimane aperta la stessa domanda valida per Premium: quali partite nello specifico saranno incluse nell’abbonamento Sky?

Dazn la più conveniente: 9,90 euro al mese

Stesse partite trasmesse da Premium, solo via streaming (ossia visibili con pc/tablet o smart tv) il servizio di Dazn che offre i primi 30 giorni gratuiti e poi 9,90 al mese. Un buon modo di risparmiare per chi ama il calcio e magari i film li vede con altre piattaforme (come Netflix). Esattamente come nel caso di Premium, chi si abbona non ha certezza di quali partite vedrà, sa solo che saranno l’anticipo del sabato sera alle 20:30; quelle della domenica alle 12:30 e una partita della domenica alle 15.

Al momento non è ancora partita la campagna abbonamenti di Dazn e si può esclusivamente inserire la propria mail per essere poi ricontattati.