L’acqua minerale? Contaminata in tutto il mondo da microplastiche

L’acqua in bottiglia? Contaminata in tutto il mondo da microparticelle di plastica.

È il risultato di uno studio commissionato e pubblicato sulla piattaforma multimediale Orb Media, risultato di un’analisi condotta dall’univesità pubblica University of New York in Fredonia, su oltre 250 bottiglie in nove paesi, tra cui l’India e gli Stati Uniti.
La plastica è stata trovata nel 93% dei campioni di acqua imbottigliata di diverse marche come Aqua, Aquafina, Dasani, Evian, Nestle Pure Life e San Pellegrino. Secondo il nuovo studio, il tipo più comune di frammento di plastica trovato era il polipropilene, lo stesso tipo di plastica utilizzato per realizzare i tappi di bottiglia, ma non mancava nylon e PET. In un litro d’acqua, i ricercatori hanno trovato in media 10 particelle di plastica con una dimensione di 0,1 mm e addirittura 315 particelle per litro di dimensioni ancora più piccole.
Secondo Sherri Mason, professore all’Università di Fredonia (USA) e responsabile dello studio, queste particelle potrebbero venire dal processo di imbottigliamento. L’entità dei rischi che rappresentano per la salute umana è ancora scarsamente documentata.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha annunciato una revisione dei potenziali rischi della plastica nell’acqua potabile dopo questa ricerca. Uno studio precedente ha riscontrato anche alti livelli di microplastiche nell’acqua di rubinetto.

Qui potete scaricare la ricerca in pdf (in inglese)