Canone Rai, ancora 3 giorni per chiedere l’esenzione

C’è tempo fino al 30 giugno per chiedere l’esenzione parziale (relativa al secondo semestre) al canone Rai: il canone televisivo per il 2017 ammonta a 90 euro e viene suddiviso in 10 rate mensili, da gennaio a ottobre. Per chi voleva ottenere l’esenzione per tutto l’anno, dichiarando di non avere nessuna tv in casa, la scadenza era fissata al 31 gennaio, ma se le condizioni che consentono di ottenere l’esenzioni si sono verificate nella seconda parte dell’anno, c’è tempo fino al 30 giugno per accedere all’esenzione parziale, valida, appunto, per il secondo semestre (45 euro).

Chi può chiedere l’esenzione

Per chiedere di essere esonerati al pagamento della tassa, bisogna essere in una di queste tre condizioni:

  • Contribuenti con utenza elettrica residenziale. Tra loro, chi dichiara che in nessuna delle abitazioni dove è attivata l’utenza elettrica a loro intestata è presente un apparecchio tv sia proprio che di un componente della loro famiglia anagrafica; i soggetti che dichiarano di non detenere, in nessuna delle abitazioni dove è attivata l’utenza elettrica ad essi intestata, un ulteriore apparecchio televisivo oltre a quello per cui è stata precedentemente presentata una denunzia di cessazione dell’abbonamento televisivo per suggellamento, da parte del titolare o dei loro familiari; l’erede che vuole segnalare che non c’è un apparecchio tv nell’abitazione in cui l’utenza elettrica è ancora temporaneamente intestata a un soggetto deceduto. Come detto, il modulo può essere usato anche per segnalare che il canone è dovuto in relazione all’utenza elettrica intestata a un altro componente della stessa famiglia anagrafica del quale deve essere indicato il codice fiscale, per la modifica di una dichiarazione precedente (ad esempio per l’acquisto di un televisore) o perché è venuta meno la situazione di appartenenza alla medesima famiglia anagraficaprecedentemente dichiarata .
  • Cittadini che hanno compiuto 75 anni, con un reddito annuo non superiore a 6.713 euro.
  • Diplomatici e militari stranieri.

Come si chiede l’esenzione

Il modello di dichiarazione sostitutiva si ricorda si può presentare online in due modi: tramite l’applicazione web sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate, utilizzando le credenziali Fisconline o Entratel, oppure tramite gli intermediari abilitati. Infine la dichiarazione può essere spedita via posta, tramite raccomandata con la copia di un documento di identità, all’indirizzo: Agenzia delle Entrate Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello abbonamenti tv – Casella Postale 22 – 10121 Torino.