lunedì, 14 Ottobre 2019

Tag: sentenza

Cassazione: multa annullabile se il tutor non è tarato periodicamente

Se un tutor non è adeguatamente tarato, una multa per eccesso di velocità comminata grazie alla tecnologia Sicve, può essere annullata. A dirlo è la Corte di Cassazione. In assenza di prova della taratura periodica del tutor, il verbale potrà essere archiviato

Bollette a 28 giorni, ancora un rinvio per i risarcimenti: la...

Il Consiglio di Stato ha rinviato a fine mese la decisione sui rimborsi dovuti ai milioni di italiani che si sono sentiti raggirati dalle maggiori compagnie telefoniche per quasi un anno, dal giugno 2017 alla primavera del 2018. La sentenza, che in tanti aspettavano da mesi, è stata rinviata a fine maggio

Corte Ue contro il cartello Roche-Novartis: “Via libera all’Avastin”

Anche se la Roche, la casa farmaceutica che lo produce ha cercato di impedirne l'utilizzo contro la maculopatia, secondo la Corte Ue è corretto usarlo anche in questo caso, nonostante non sia compreso tra le indicazioni nel foglietto illustrativo. Il farmaco costa dieci volte meno del Lucentis, che le due compagnie cercano di favorire in base a un accordo commerciale

Non ha pedana e posti per disabili, Flixbus condannata per discriminazione

La sentenza del Tribunale di Roma è arrivata in seguito all'azione legale dell'Associazione Luca Coscioni, dopo che alcuni passeggeri erano rimasti a terra. Ora l'associazione chiede ai Ministri competenti una ricognizione ricognizione urgente su tutte le linee di trasporto nazionale e locale, pubbliche e private

Cassazione respinge richiesta risarcimento di tabagista malato: “Fumare è scelta...

Il tabagismo rappresenta la seconda causa principale di malattie cardiovascolari e contribuisce, per esposizione diretta e indiretta, al 12% delle morti per malattie cardiache. I dati vengono diffusi dall'Oms in occasione del World no tobacco day. In Italia una sentenza richiama i fumatori alle loro responsabilità

Web check-in, la beffa del volo in ritardo: “Niente prova d’imbarco,...

Il caso incredibile è successo a una famiglia francese. La Cassazione ha dato ragione alla compagnia perché "avere un biglietto con registrazione effettuata online non costituisce prova che i passeggeri abbiamo effettivamente preso quel volo". I sette consigli di Que Choisir per conservare e in certi casi costruire le prove in caso che le compagnie facciano le furbe