mercoledì, 15 Luglio 2020

Tag: interferenti endocrini

Perché Altroconsumo ha premiato Ambre solaire kids, nonostante un filtro sospetto?

Un lettore ci chiede perché l'associazione dei consumatori lo scorso anno non ha considerato negativamente la presenza di homosalate, un filtro sospetto e ha premiato il solare di Garnier, mentre il Salvagente ha riportato gli studi che ne mettono in dubbio la sicurezza

Dopo 12 anni il bisfenolo avvelena ancora il feto delle donne...

Un nuovo studio pubblicato su Environmental Science and Technology mostra che i feti sono esposti a un cocktail di sostanze chimiche legate a disturbi del comportamento e della riproduzione, oltre che ad altri problemi di salute. Aumenta il BPA ma anche la presenza di sostituti tutt'altro che innocui

Dagli imballaggi per alimenti un pericolo serio per la nostra salute

Una revisione di 1.200 studi, pubblicata su Environmental Health News ha trovato che tra le 12mila sostanze utilizzate per i contenitori a contatto con i cibi ce ne sono diverse notorialmente tossiche assieme ad altre sulle quali manca qualunque dato per l'impatto sulla salute umana.

Microplastiche e Pfas in acqua potabile: c’è l’accordo Ue per limiti...

La nuova direttiva acque potabili, infatti, restringerà i limiti di tollerabilità per la presenza di sostanze dannose e introduce finalmente una soglia per i Pfas, che sara di 0,1 microgrammi al litro. Manca ancora l'ultimo ok ma l'accordo tra istituzioni europee c'è

L’ormone ambientale nascosto nelle gomme da masticare

Una ricerca appena pubblicata su Science Direct mette in luce il rischio di alterazioni ai testicoli per un'esposizione costante al BHA. Solo l'ultima delle tante evidenze di tossicità per un additivo che l'Efsa consente in molti alimenti. Oltre alle chewing gum ecco dove si trova

Gli inquinanti nel piatto possono avvelenare gli spermatozoi

Ftalati, microplastiche, e pesticidi: l'allarme arriva dagli andrologi italiani sulle conseguenze delle sostanze presenti nel cibo e nei contenitori. Mentre anche il cambiamento climatico sarebbe nemico della fertilità maschile...

Il bisfenolo B è un interferente endocrino (come quello A)

E' la conclusione cui giunge l'Agenzia francese per la sicurezza sanitaria secondo cui le due sostanze si somigliano nella struttura e, in alcuni paesi, il bisfenolo B è già a tutti gli effetti un sostituto di quello A, messo al bando proprio perché interferisce con il sistema ormonale

La commissaria Ue parte bene: “Ridurre i pesticidi e le sostanze...

Stella Kyriakides candidata a diventare commissaria alla Salute e Ambiente al Parlamento di Strasbrugo ha presentato il suo programma: "È necessario ridurre l'uso di pesticidi e di stimolare l’adozione di alternative a basso rischio e non chimiche"

E se a rendere pericoloso il nostro cibo fosse il contenitore...

Dal bisfenolo nei cartoni della pizza o nelle lattine agli ftalati nelle pellicole per alimenti, fino alla contaminazione dei cibi scaldati in contenitori plastici in microonde e alla cessione di interferenti endocrini, la guida non definitiva dei contenitori che sarebbe meglio evitare, nell'intervista del Guardian a Leonardo Trasande, pediatra e autore del bestseller “Sicker, Fatter, Poorer”

Interferenti endocrini, la Coalizione: la Commissione presenti la sua revisione per...

In una lettera indirizza ai ministri dell'Ambiente, la Coalizione “EDC-Free Europe” (per un’Europa senza interferenti endocrini) chiede che il prossimo Consiglio dell'Ue dei ministri dell'Ambiente, che si terrà il prossimo 26 giugno, inviti la Commissione a presentare la già promessa revisione della strategia sugli interferenti endocrini del 1999, comprese delle proposte specifiche per ridurre l'uso e l'esposizione agli interferenti endocrini al minimo ed il più presto possibile, in particolare per i gruppi di persone più vulnerabili.

“Stiamo sottovalutando l’effetto cocktail di pesticidi e interferenti endocrini”

È la conclusione di molti scienziati, pubblicata sul magazine della Commissione europea Horizon. Ognuno di noi ha nell'organismo centinaia di sostanze che, da sole, non creano problemi ma insieme potrebbero fare molti danni. E la legislazione europea ha bisogno di studi seri

Così la lobby dell’agrochimica è riuscita ad influenzare i voti dell’Ue

La ong Pesticide Action Network è riuscita ad ottenere - dopo una battaglia legale durata due anni - 600 documenti che dimostrano come la lobby dell'industria chimica dei pesticidi sia riuscita a manovrare i voti europei in maniera favorevole ai loro interessi