mercoledì, 27 Ottobre 2021

Tag: didattica a distanza

DIDATTICA A DISTANZA

Pc e tablet per Didattica a distanza: zero tasse se l’azienda...

Il chiariarimento dell'Agenzia delle Entrate: i voucher rilasciati o il rimborso erogato dall’azienda al dipendente per l’acquisto di pc, laptop e tablet per la Dad dei figli non costituiscono reddito imponibile e dunque non sono soggetti a Irpef
DAD SCUOLA

Ritorno o no a scuola, con la dad dobbiamo imparare a...

"La Dad non è scuola". Con questo appello molti studenti sono scesi in piazza nei giorni scorsi. Volenti o nolenti, però, con la didattica a distanza dovremo fare i conti a lungo. Magari cominciando a capire cosa è successo in questi mesi. La testimonianza di Roberta Romussi che insegna latino e greco al liceo Carducci di Milano.
DIDATTICA A DISTANZA

Le regole ci sono (quasi tutte), ma la didattica a distanza...

Arrivano i chiarimenti sulla didattica a distanza nelle scuole, grazie a una nota emessa dal Ministero dell'Istruzione, d'intesa con i sindacati. Vediamo i criteri che debbono seguire gli istituti.  Rimane però un dubbio di fondo, lo stesso che il professore Benedetto Vertecchi aveva espresso al Salvagente: "La Dad può essere solo una versione digitale delle lezioni in presenza?"

Scuole aperte solo per gli alunni disabili, ritornano le “classi speciali”?

Le ordinanze della regione Campania e della Puglia consentono la didattica in presenza solo per i bambini con bisogni educativi speciali e non recepiscono completamente un decreto del Miur con il rischio che si rimetta in discussione il principio di inclusione scolastica
covid coprifuoco 20

Covid, stretta anti-contagi: verso coprifuoco alle 22 e chiusure mirate

Il governo, in accordo con le Regioni, punta a chiudere le attività alle 22 e a istituire lockdown locali. Allo studio anche lo stop a palestre, parrucchieri, centri estetici e cinema. Ipotesi didattica a distanza alle superiori. Da lunedi bar chiusi alle 21 in Lombardia

Cambiano le regole per Zoom ma aumentano i sospetti

Dall'inizio dell'epidemia di coronavirus, la base clienti di Zoom è passata da 10 milioni a 200 milioni di utenti, tra cui oltre 90.000 scuole in 20 paesi. Un successo che ha inevitabilmente acceso i riflettori sulla possibile violazione della privacy a cui la piattaforma ha risposto prevedendo, proprio in queste ore, una sorta di filtro all'ingresso