domenica, 25 Luglio 2021

Tag: bonus pc

Il prevedibile flop del bonus Pc: a due mesi dal via...

A due mesi dall’avvio del bonus Pc e connessione solo il 17,5% delle risorse disponibili è stato prenotato, e solo l'8,4% attivate. Un dato veramente basso, considerando che si tratta di un forte sconto sull'acquisto di pc e tablet oltre che della linea internet. Se non è un buco nell'acqua, poco ci manca. Del resto, da subito il Salvagente aveva sottolineato i tanti paletti e le tante regole contorte che avrebbe reso l'accesso al bonus una corsa ad ostacoli.

Bonus Pc, Regione Lazio: “Ecco perché abbiamo escluso Roma”

Dopo che abbiamo riportato la scelta di ben 5 regioni di escludere gli abitanti dei capoluoghi di provincia dai possibili beneficiari del bonus Pc, la Regione Lazio ha risposto al Salvagente con una nota in cui spiega la decisione di lasciare fuori dal beneficio, aree importanti come ad esempio quella della capitale d'Italia
BONUS PC TABLET

Roma, Firenze, Genova e Bologna escluse dal bonus Pc

Difficile crederci, eppure è vero. Gli oltre tre milioni di abitanti della capitale d'Italia non potranno accedere, pur se in possesso di tutti i requisiti necessari, al bonus messo in campo dal Governo per acquistare un pc o un tablet e attivare una connessione Internet veloce. E l'assurda eccezione non vale solo per Roma, ma  per tutti i capoluoghi di provincia di 5 regioni: Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Toscana.
DATI ANAGRAFICI

Pc e internet, ecco perché il bonus scontenterà tutti

Difficile immaginare che un decreto basato sull'erogazione di bonus per i consumatori,  pensato anche per aumentare i fatturati delle compagnie telefoniche, riesca lo stesso a scontentare tutti. Eppure è quello che ha fatto il ministero dello Sviluppo economico, con il decreto del 7 agosto 2020, convertito in legge e pubblicato in gazzetta lo scorso 1 ottobre. Il "Piano voucher sulle famiglie a basso reddito" per permettere anche ai nuclei meno abbienti di avere una connessione veloce e un dispositivo informatico in casa, infatti, sembra studiato per complicare le cose. A partire dai paletti che rischiano di condizionare troppo la scelta del consumatore, fino alla decisione di affidare la pratica agli operatori telefonici, intermediari che rischiano di approfittare troppo dell'enorme regalo. Ma procediamo con ordine e passiamo al vaglio le maggiori criticità del testo.

Al via il bonus Pc: un aiuto alle famiglie o un...

Arrivano finalmente le istruzioni per il bonus Pc annunciato già dallo scorso agosto ma pubblicato in gazzetta ufficiale solo lo scorso 1 ottobre. Il contributo comporta parecchie restrizioni che stanno già facendo storcere il naso a molti. A partire dalla decisione di utilizzare le compagnie telefoniche come unico intermediario di accesso al voucher, fino ai parametri minimi di connessione che rischiano di trasformarsi in una limitazione alla libertà di scelta.