lunedì, 23 Maggio 2022

Tag: aziende farmaceutiche

BIOSSIDO DI TITANIO

Biossido di titanio, l’Ema frena: è difficile sostituirlo nei farmaci

Secondo l'Agenzia dei farmaci europea, nessuno dei sostituti attualmente presenti sul mercato ha le caratteristiche tali da poter essere un valido sostituto del biossido di titanio. Inoltre, l'Agenzia sottolinea che il processo di sostitutizione potrebbe durare anche 10 anni dal momento che la riformulazione richiede numerosi controlli (stabilità, scioglimento, non interferenza con altri componenti, ecc.) e che ogni nuovo farmaco dovrà essere rivalutato dalle autorità nazionali e da se stesso

Big Pharma, la lista Aifa di chi non ha versato all’Italia,...

Nonostante rappresentino l'unico settore, o quasi, che ha visto incrementare a dismisura il proprio fatturato da quando è partita la pandemia da Covid, quando si tratta di dare quanto dovuto allo stato italiano, le case farmaceutiche sono tutt'altro che puntuali. Anzi, alle casse italiane mancano ancora 600 milioni dai fondi che big pharma deve versare.