lunedì, 10 dicembre 2018

Aidepi

Etichetta di origine della pasta: quanto durerà?

Dal 14 febbraio scatta l'obbligo di dichiarare la provenienza del grano. Il presidente di Aidepi: "è un'etichetta temporanea, presto Bruxelles la cambierà". Intanto negli ultimi mesi crolla l'importa dal Canada. Pesa l'uso di glifosato in fase di preraccolto.

Pasta: contro l’indicazione di origine le aziende (sconfitte in Italia) pressano...

FoodDrinkEurope l'associazione dei produttori alimentari europei ha presentato un reclamo formale a Bruxelles contro la decisione dell'Italia di introdurre in etichetta da dove proviene il grano, il riso e il pomodoro. Un tentativo estremo che arriva dopo che il Tar del Lazio a novembre ha dato ragione al ministero delle Politiche agricole e ai consumatori e respinto il ricorso dei pastai

Guerra del grano, i pastai italiani contro Coldiretti: “Per pochi spiccioli...

Dopo che il Salvagente ha rivelato come i dati ministeriali che promuovono il grano straniero siano basati solo su 13 campioni, abbiamo sentito Riccardo Felicetti presidente dei pastai italiani di Aidepi. Che giura sulla bontà della materia prima utilizzate, descrive una battaglia sui prezzi che sta facendo felici solo i pastai turchi e parla di micotossine e glifosato

Guerra del grano, Colomba Mongiello chiede più controlli sull’import

Bastano 13 controlli per definire sicuro il grano straniero sulle micotossine? La deputata, componente della Commissione agricoltura, dopo il nostro articolo chiede che si facciano più analisi pubbliche su uno dei gioielli del made in Italy. E chiede agli industriali della pasta: "Se siete tanto sicuri del grano che usate perché non dichiararne l'origine in confezione?"

Guerra del grano: i numeri del ministero che promuovono lo straniero?...

La guerra del grano, l'hanno chiamata. E l'ultimo capitolo vedrebbe la netta smentita che il grano straniero abbia più micotossine di quello italiano. Il tutto "timbrato" dai controlli sull'import realizzati dal ministero. Sapete su quanti grani in totale? 13, un po' pochi per armare una polemica di questo tipo

Nella guerra del grano tra Coldiretti e pastai scompare… il glifosato

È guerra senza esclusione di colpi tra Aidepi e Coldiretti sul fatto che la pasta con grani anche esteri non sia inferiore a quella con frumento tricolore. Il convitato di pietra? Il glifosato che tutti si dimenticano di citare. E sul quale anche Coldiretti sembra aver cambiato idea

Tribunale dà torto ai pastai: micotossine e glifosato fanno dubitare del...

Barilla, Divella, De Cecco, Garofalo, La Molisana e Aidepi avevano chiesto al Tribunale di Roma la cancellazione del test dal sito di GranoSalus, perché lo ritenevano “diffamatorio”. Ma la loro istanza è stata respinta

Pasta, Aidepi insiste: “Made in Italy non è solo con il...

Il governo ha notificato a Bruxelles la richiesta di introdurre l'obbligo di indicare l'origine della materia prima su pasta e riso. Esulta Coldiretti: "Così smascheremo l'inganno". Contrari i pastai: "L'origine non è sinonimo di qualità"

Il grano italiano? Niente scuse: è ottimo per qualità e basterebbe...

Il professor Alberto Ritieni interviene sulla polemica del grano italiano che secondo Farinetti (e le industrie della pasta) non è sufficiente e non ha la qualità per spaghetti e maccheroni "made in Italy". E smentisce le scude del settore per approvvigionarsi all'estero. E aggiunge: "puntando solo sulle proteine si favorisce la sensibilità al glutine".

Olio di palma, Ferrero sapeva e l’Istituto di sanità no?

Nel numero da oggi in edicola del Test-Salvagente "Tutta la verità sull'olio di palma" con la ricostruzione dei rischi nascosti per anni su questo grasso. Pericoli che le industrie conoscevano bene, mentre l'Istituto superiore di sanità per troppo tempo ha fatto finta di non sapere

L’Aidepi: Nessun addio automatico all’olio di palma

Il direttore dell'associazione delle industrie del dolce e della pasta, Mario Piccialuti, in un'intervista al Test-Salvagente nega l'addio inevitabile al tanto discusso grasso: "Bisogna fare attenzione al sistema di raffinazione in cui si possono creare sostanze nocive ma la sostituzione non è automatica"

Perché l’industria alimentare italiana non sopporta il giornalismo d’inchiesta

Contro lo speciale del "Tg1 Veleni nel piatto", l'associazione industriali ha chiesto perfino l'intervento di Matteo Renzi. Al Test-Salvagente ha imputato il rischio di vanificare gli sforzi di migliaia di lavoratori italiani. L'industria alimentare italiana prende posizione contro il giornalismo di inchiesta. Troppo scomodo?