Qual è il powerbank migliore? I nostri consigli per acquistarlo

powerbank

Come scegliere il migliore powerbank? Acquistare questo dispositivo può essere fondamentale, soprattutto se si sta per affrontare un viaggio o, normalmente, si passano molte ore fuori casa. 

Una guida all‘acquisto di un powerbank può essere molto utile, soprattutto nel periodo estivo. Molti si approcciano alle vacanze e potrebbe essere utile avere sempre a disposizione un metodo tascabile per ricaricare dispositivi come smartphone e tablet. Sarebbe davvero un peccato, durante un viaggio, non avere a disposizione il proprio telefono per immortalare i momenti più importanti con una foto o, peggio ancora, non poter utilizzare il GPS per orientarsi in una zona sconosciuta.

I power bank sono delle vere e proprie batterie portatili che consentono di ricaricare vari dispositivi, per lo più smartphone e tablet ma, in alcuni casi, anche notebook. Scegliere il migliore powerbank per le nostre esigenze non è affatto facile e ci sono vari fattori da considerare poiché variano in dimensione, peso, numero di porte a disposizione e prezzo.

Come scegliere il powerbank migliore da acquistare

Quando si tratta di acquistare un carica batterie portatile bisogna considerare varie caratteristiche tecniche che possono influenzare il rapporto qualità-prezzo del prodotto. I powerbank, infatti, hanno diverse capacità, peso, dimensioni e numero di porte integrate per ricaricare i vari dispositivi.

In particolare bisogna controllare quale sia la capacità del powerbank per capire quale sia il migliore per il nostro telefono o tablet. Questa si misura con l’unità di misura Milliampereora (mAh), ovvero la stessa delle batterie di smartphone e tablet. Questa unità equivale al numero di ampere che passa per il dispositivo in un’ora; a volte, però, si utilizzano anche i watt-ora (Wh).

Ovviamente per acquistare il migliore powerbank per il nostro dispositivo bisognerebbe conoscere anche la capacità della batteria di quest’ultimo. Bisogna sapere, poi, che maggiore sarà la capacità del powerbank, più si allungherà il tempo di ricarica e, quindi, una carica completa del nostro telefono impiegherà un arco temporale maggiore.

Non conosci il Salvagente? Scarica GRATIS un numero della nostra rivista cliccando sul pulsante qui in basso e scopri cosa significa avere accesso a un’informazione davvero libera e indipendente

Sì! Voglio scaricare gratis il numero di novembre 2021

Tipi di powerbank e caratteristiche

Ormai esisitono tantissimi tipi di powerbank, di tutte le forme e fattezze: ognuno potrà trovare quello che più preferisce. Molta importanza hanno le dimensioni ma anche il peso delle batterie portatili: è fondamentale sapere che quelle meno comode, ovvero più pesanti e ingombranti, di solito hanno una capacità maggiore. Quest’ultime, quindi, permettono una carica completa dei dispositivi e sono particolarmente adatti a lunghi viaggi o a quando si rimane per molte ore senza prese elettriche a disposizione. Powerbank più sottili e leggere sono, per lo più, adatte a tempi brevi di ricarica che, però, spesso rimane incompleta.

Nella scelta del migliore Powerbank bisogna anche considerare il numero di porte di ricarica integrate. Queste sono di input, per ricaricare il powerbank stesso, e di output ovvero per ricaricare gli altri dispositivi. Bisogna considerare, poi, anche il formato delle porte, in molti casi diverso: la maggior parte sono porte USB A standard, ma di solito sono presenti anche le micro USB. Per ricaricare alcuni modelli di smartphone, poi, si ricorre alle USB type – C che si usano anche per alcuni notebook come il MacBook e alcune console di videogiochi. Ovviamente questi ultimi dispositivi ai quali abbiamo accennato necessitano di un flusso d’energia più ingente per essere ricaricate e, quindi, di un powerbank dalla capacità più ampia.

Nella scelta del migliore powerbank bisogna sempre considerare che utilizzando più porte contemporaneamente, la potenza della ricarica si divide tra i vari dispositivi attaccati.

Un’altra importante caratteristica da valutare nell’acquisto di un powerbank è l’eventuale indicatore LED che è comodo per capire qual è il livello di energia del quale ancora dispone la batteria portatile.

Powerbank wireless e Quickcharge

Anche le batterie portatili si evolvono e godono degli ultimi ritrovi in materia di tecnologia. Negli ultimi tempi si sente parlare di powerbank wireless che consentono di ricaricare i dispositivi senza la’usilio di fili scomodi.

Questi sfruttano uan base sul quale si poggia lo smartphone che funziona trasferendo energia elettromagnetica per accoppiamento induttivo, entrando in contatto con i ricevitori dei dispositivi.

Per quanto riguarda la tecnologia Quickcharge, per ora, riguarda solo alcuni tipi di dispositivi Android ed è ad uso eslusivo della Qualcomm. Questa permette di caricare questi ultimi in tempi davvero molto brevi, ma non è ancora così diffusa.

Powerbank: ecco le migliori sul mercato

  • Duracell Powerbank: la powerbank realizzata dal noto marchio di batterie è una vera garanzia. Ci sono tre modelli di questo tipo: il piccolo ha un peso di 75 grammi e una capacità di 3.350 mAh, la media pesa 142 grammi e consta di 6700 mAh, mentre la versione grande è pesante 203 grammi e ha una capacità di 10.000 mAh. La forma di questa powerbank è particolarmente accattivante, visto che ricorda quella della classica batteria Duracell e offre tre modelli che si adattano a tutte le esigenze.
  • Il Poweradd Slim2 ha un design tascabile, è molto leggera ed ha una capacità di 5000 mAh. Pesa solo 118 grammi ed è lunga 10 centimetri. Questa powerbank ha una porta USB standard e una micro, oltre a 4 luci LED che indicano lo stato di carica della batteria.
  • Xiaomi fast charge powerbank 3 è ottimo per il rapporto qualità-prezzo, ha una forma sottile ed anche molto elegante. Si tratta di una batteria molto comoda da portate in giro e ha due porte d’ingresso: una microUSB e una USB-C. Ha una capacità di circa 6.900 mAh, capace di ricaricare completamente uno smartphone, in media, 2-3 volte.
  • Zendure A3PD: questo powerbank ha un peso di 195 grammi e una capacità di 10.000 mAh. È disponibile in tre colori diversi ed ha una dimensione piuttosto contenuta: 25 x 64 x 98 mm. Questa è considerata una delle batterie portatili più vantaggiose in assoluto e a marchio Zendure. Oltre ad essere molto potente è anche graziosa esteticamente e ha un involucro molto resistente, utile da portare tutti i giorni con sé o durante esperienze “estreme”. Questo modello ha una porta micro USB, una USB C e una standard USB che è una Quick Charge 3 dalla potenza di 18 W.
  • iWALK Power bank 3.350 mAh è perfetta per ricaricare ogni tipo di IPhone. Questo particolare modello funziona senza cavi visto che il collegamento con il dispositivo può essere istituito attarverso il connettore Lightining. Un’altra caratteristica a suo favore sono le dimensioni estremamente ridotte che la rendono molto portabile.
  • Aukey Power Bank 10.000 mAh è uno dei powerbank più venduti ed è caratterizzata da due porte USB e una micro USB. Pesa circa 190 grammi ed ha una dimensione ragionevole e tascabile.
  • Anker PowerCore III è uno dei migliori con ricarica wireless QI e ha una capacità alta, ovvero da 10.000 mAh. Ha la ricarica wireless integrata che permette di poggiare il telefono sulla parte superiore senza l’aiuto di cavi. La dimensione non è proprio esigua ma la comodità sta nel fatto che oltre alla ricarica senza fili ha integrata anche una porta USB-A e una USB-C, per ricaricare fino a tre dispositivi contemporaneamente.
  • Charmast Power Bank 26.800, è prodotto da un’azienda meno conosciuta ma è comunque un ottimo prodotto. Ha una capacità molto elevata, di 20.000 mAh e quindi è indicato anche per ricaricare anche un MacBook. La sua capacità è tanto ampia da poter ricaricare un IPhone per otto volte e un MacBook per due intere. Tuttavia, una volta scarico, questo powerbank necessita di ben 9 ore per ricaricarsi completamente. Le sue dimensioni sono considerevoli, come la sua capacità: misura, infatti, 20 centimentri in lunghezza e 9,6 di larghezza, per un peso di 412 grammi.
  • Yacikos Power Bank da 25.800 mAh è un prodotto ideale poiché ha una capacità molto elevata ma è anche facilmente trasportabile. Può ricaricare un telefono almeno 5 volte ed ha integrate due porte USB e un ingresso micro USB; in più ha un display LCD che permette di controllare il progresso della carica.
  • Moshi IonSlim 5k ha un design molto particolare visto che è rivestito di alluminio IonSlim. Un’altra caratteristica è lo spesore davvero minimo che lo rende davvero comodissimo. Ha una capacità di 5.510 mAh ma non supporta l’accensione automatica.
  • EasyAcc Power Bank da 20.000 mAh ha molte porte USB ma un costo contenuto rispetto ad altri modelli. La sua capacità è elevata e mette a disposizione ben quattro porte output in formato USB standard.
  • Aideaz Wreless Power Bank è dotato di tecnologia di ricarica senza fili e un display che registra lo stato di carica. Ha una capacità di 10.000 mAh e una porta USB-C, micro USB e Lightning, più una porta USB standard per l’output.