Piano cottura a induzione: vantaggi e svantaggi, guida alla scelta

piano cottura a induzione

È a tutti gli effetti un fornello elettrico e si candida a pieno titolo a sostituire quello a gas. Parliamo del piano cottura a induzione che, tuttavia, ha tanti vantaggi…ma anche qualche svantaggio (ad esempio preparatevi a rinnovare il pentolame) 

Il piano cottura ad induzione è un innovativo elettrodomestico, che di fatto appartiene alla categoria dei fornelli elettrici e che da parecchi anni viene scelto da moltissime persone come alternativa ai classici piani cottura a gas. 

Questa tipologia di piano cottura funziona grazie ad un sistema di bobine, che è sapientemente nascosto sotto ad un’elegantissima superficie in vetroceramica.  

Tali bobine vengono alimentate dalla corrente elettrica e danno vita ad un campo elettromagnetico che si trasferisce direttamente al fondo delle pentole che vengono poggiate sulla superficie del piano. 

Come accade per tutti i prodotti venduti sul mercato, anche la scelta del piano ad induzione può comportare vantaggi e svantaggi, scopriamone di più! 

Quali sono i vantaggi del piano cottura ad induzione?

C’è un falso mito che circola insistentemente sul piano cottura ad induzione e riguarda in particolare gli eccessivi consumi di energia che il suo utilizzo quotidiano può comportare. 

Non conosci il Salvagente? Scarica GRATIS il numero con l'inchiesta sull'olio extravergine cliccando sul pulsante qui in basso e scopri cosa significa avere accesso a un’informazione davvero libera e indipendente

Sì! Voglio scaricare gratis il numero di giugno 2023

In verità, scegliere di utilizzare il piano cottura ad induzione permette di ottenere un notevole risparmio in termini di consumi di energia elettrica, grazie al fatto che il piano si scalda soltanto quando entra a contatto con le pentole e si raffredda non appena queste vengono sollevate, non vi è alcuna dispersione energetica e nessuno spreco di calore. 

Fornendo del calore mirato alle pentole che si poggiano sulla sua superficie, il piano cottura ad induzione garantisce inoltre una cottura ottimale, uniforme e veloce di ogni pietanza. 

Infine, un altro importantissimo pregio e vantaggio del piano ad induzione riguarda l’ambito della sicurezza, il sistema dei campi elettromagnetici garantisce un rapido raffreddamento del piano una volta che vengono rimosse le pentole dalla superficie, in questo modo si evitano spiacevoli scottature e ovviamente non c’è alcun rischio derivante dalla fiamma che è presente nei classici piani cottura a gas. 

Quali sono gli svantaggi del piano cottura ad induzione?

Il primo svantaggio che deriva dalla scelta di inserire un piano cottura ad induzione all’interno della propria cucina riguarda il suo costo, che è certamente molto più elevato rispetto a quello di un classico piano cottura a gas. 

Per cucinare con un piano ad induzione dovrete inoltre usare pentole speciali, che abbiano un alto contenuto ferroso, non possono essere utilizzate pentole in rame o in ceramica e quest’aspetto da molti è considerato come un grande svantaggio. 

Pro e contro del piano ad induzione: guida alla scelta

Così come accade per l’acquisto di tutti gli elettrodomestici che sono presenti sul mercato, anche l’eventuale scelta del piano cottura ad induzione deve essere sottoposta ad una preventiva e attenta analisi dei pro e contro del prodotto, ma occhio ai falsi miti che circolano sul web. 

Per scegliere il migliore piano ad induzione, che più si adatta alle proprie esigenze è sempre utile chiedere un consulto a persone esperte nel settore.