Superbonus al 110%, c’è uno spiraglio per gli edifici plurifamiliari con unico proprietario

Il proprietario di un edificio con più unità immobiliari tutte a sue nome può godere del superbonus al 110% come fosse un condominio? A oggi no, visto che l’immobile è considerato unifamiliare. E questo gli rende indubbiamente la via dell’intervento sul fabbricato più complicata.

A meno che non passi uno degli emendamenti bipartisan come quelli presentati da 5Stelle e Forza Italia in Senato per la conversione in legge, che propongono una correzione alla normativa sulla detrazione fiscale maggiorata.

I correttivi propongono di superare l’ostacolo aggiungendo al comma 9, lettera a) dell’articolo 119 del Dl 34/2020, dopo la parola “condomìni” le parole: “, anche se posseduti da un unico proprietario o in comproprietà tra più soggetti”.

Gli emendamenti, dunque, chiedono che nel termine “condomìni”, siano ricompresi anche gli edifici composti da due o più unità immobiliari distintamente accatastate, posseduti da un unico proprietario o da più comproprietari.

Se vuoi avere tutte le informazioni dettagliate e aggiornate sul Superbonus, non perderti il nostro nuovo libro: “Superbonus al 110% – istruzioni per l’uso”.

Il manuale che abbiamo pensato per chiunque desideri avere informazioni corrette e sempre aggiornate. Come è possibile che le informazioni non diventino mai obsolete, man mano che le cose cambiano ed evolvono? Vai su questa pagina e scopri cosa significa che un libro è in “continuo aggiornamento”.