Covid-19, il farmaco alternativo al remdesivir che Gilead “nasconde”

Un gruppo di attivisti statunitensi ha chiesto alla ditta farmaceutica Gilead Sciences di studiare un farmaco per il trattamento di Covid-19 che ha mostrato risultati promettenti nella cura dei gatti di un coronavirus. Il farmaco, chiamato GS-441524, è chimicamente correlato al remdesivir, un antivirale prodotto anche da Gilead e uno dei pochi trattamenti per abbreviare con successo la durata del recupero di Covid-19.
In una lettera inviata ai capi di quattro agenzie governative che stanno attualmente sviluppando trattamenti e vaccini per Covid-19, il gruppo di cittadini pubblici di sinistra ha invitato Gilead a lavorare in modo collaborativo per iniziare lo sviluppo del farmaco.

Il gruppo ha anche accusato Gilead di aver scelto di sviluppare remdesivir, che è molto più avanti nel processo di sperimentazione clinica rispetto a GS-441524, perché rimarrebbe sotto brevetto più a lungo e quindi produrrebbe maggiori profitti.

“È purtroppo prevedibile che Big Pharma risponda a una pandemia globale cercando di immettere sul mercato solo quei farmaci che massimizzano i suoi profitti”, ha affermato il dott. Michael Abrams, di Public Citizen e autore principale della lettera. “Ciò che è allarmante qui è che gli scienziati federali e i regolatori dell’amministrazione Trump sembrano essere partner di Gilead nelle decisioni che sono chiaramente in contrasto con l’imperativo primario del governo di promuovere la salute pubblica durante questa crisi mondiale”, ha detto Abrams.

Gilead è specializzato in trattamenti antivirali e in passato ha suscitato critiche per le sue politiche sui prezzi. Una cura brevettata per l’epatite C costa $ 1.000 per pillola o $ 84.000 per corso negli Stati Uniti. E la medicina per la prevenzione dell’HIV Truvada, che potrebbe ridurre significativamente la trasmissione, può costare fino a $ 20.000 all’anno negli Stati Uniti.

Ma non tutti sono d’accordo sul fatto che i prezzi da soli guidino le decisioni di Gilead. Derek Lowe è uno scienziato alla scoperta di droghe e l’autore di In the Pipeline, un blog che copre lo sviluppo precoce dei farmaci. Lowe ha detto che remdesivir potrebbe essere utile solo per un periodo di tempo relativamente breve se si sviluppa un vaccino di successo e che GS-441524 è indietro di anni con remdesivir.

“Gli anticorpi e i vaccini monoclonali sono, ai miei occhi (e non solo ai miei) la risposta a questa pandemia”, ha detto Lowe. Man mano che questi trattamenti saranno disponibili, gli antivirali a base di molecole come remdesivir e GS-441524 diventeranno meno preziosi.

Un portavoce di Gilead ha dichiarato che la decisione di sviluppare remdesivir è stata presa perché si è dimostrata “più efficace” in alcune aree chiave rispetto a GS-441524 e quindi un candidato migliore per il potenziale trattamento di Covid-19.