L’imballo in EPS aumenta lo shelf-life dell’alimento che conserva

Con il conseguimento dell’attestato ZeroTruffe de “Il Salvagente” abbiamo appurato che i nostri imballi sono prodotti non inquinanti avendo superato tutte le analisi di laboratorio a pieni voti con il risultato che gli imballi in EPS per i generi alimentari non rilasciano alcuna sostanza tossica negli alimenti che racchiudono, ma li proteggono e conservano più a lungo sfruttando il loro potere termoisolante e aumentandone lo shelf-life.

Il polistirene espanso sinterizzato è dunque una materia prima nostra amica, una risorsa senza effetti nocivi e amica dell’ambiente. Anche se si tratta si di un prodotto proveniente da idrocarburi, è composto dal 98% di aria, è completamente atossico ed è riciclabile al 100%.

La qualità e l’eccellenza delle materie prime fanno la differenza in tutto, specialmente a tavola.

Pensiamo a quanto tempo impieghi un qualsiasi prodotto alimentare ad arrivare sulle nostre tavole partendo dalla sua lavorazione. Pensiamo al pesce, ai formaggi, alla frutta e alla verdura.

Sono tutti generi alimentari tanto preziosi quanto delicati e soggetti ad un repentino deterioramento.

Grazie ai nostri imballi in EPS possiamo ridurre al minimo le numerose problematiche connesse al processo produttivo e distributivo dei questi prodotti, dalla raccolta allo stoccaggio, sino all’esposizione presso i punti vendita; questo perché l’EPS ha la capacità di mantenere inalterate le proprietà organolettiche degli alimenti, di isolare dal caldo e dall’umidità, di conservare la catena del freddo, di proteggere dagli urti e preservare nel tempo qualsiasi genere alimentare deperibile.

Conservate nelle cassette in EPS, frutta e verdura manterranno livelli di vitamina C più elevati rispetto ad altri materiali, il pesce rimarrà fresco più a lungo, uva, uova e formaggi avranno vite più lunghe che se fossero conservati in contenitori di cartone ondulato, legno o altro.

Estendere la shelf-life del prodotto è fondamentale per aiutare a risparmiare denaro e ridurre lo spreco alimentare.

E con l’EPS si ottiene tutto ciò, entrando a pieno titolo nel ciclo virtuoso dell’economia circolare. Abbiamo esordito dicendovi che l’EPS non è tossico ed è amico dell’ambiente in quanto composto al 98% di aria, vi abbiamo raccontato di come, grazie al suo potere termoisolante, riduce sprechi e costi e non potevamo non svelarvi anche l’ultima sua risorsa: arrivati a fine ciclo, infatti, tutti i nostri prodotti, dagli imballi alimentari, al packaging industriale possono essere riciclati in modo estremamente agevole e dalla vecchia cassetta di pesce portata alla macinazione, per intenderci, possiamo ottenete una nuova cassetta di pesce così come una qualsiasi altra cassa isotermica o imballo in EPS,  con un dispendio energetico irrisorio.

Crediamo in un mondo “pulito” in cui si possa operare nel rispetto dell’economia circolare, un mondo che a noi piace definire Blue Poron World, in cui le persone sono al centro!

www.poron.it