Buoni spesa, le istruzioni e i moduli di richiesta per le 10 maggiori città italiane

Da quando il governo ha stanziato 400 milioni destinati ai comuni che devono gestire i contributi economici ai nuclei più esposti agli effetti dell’emergenza sanitaria, la palla è passata agli enti locali. E non tutti si sono fatti trovare pronti. Qualcuno è più avanti, come Roma, qualcuno è in ritardo, come Milano e Napoli, qualcuno – come Palermo – ha sospeso temporaneamente le domande perché ne sono arrivate tante. E sopratutto, ognuno si sta organizzando con modalità diverse. Ecco perché pensiamo siano utili le informazioni che riportiamo di seguito: da Roma a Napoli, da Genova a Palermo, le istruzioni e i moduli per chiedere il bonus spesa nelle 10 principali città italiane

Istruzioni e moduli

Milano

Il modulo per la presentazione delle richieste, con poche e semplici domande sui dati anagrafici e di conferma dei requisiti di accesso, si troverà online sul sito del Comune di Milano a partire dal 6 aprile. Sarà anche attivo un servizio di assistenza alla compilazione telefonando allo 020202.

Torino

Istruzioni

Registrazione per richiesta

 

Genova

Istruzioni

Modulo

 

Venezia

Da lunedì 6 aprile sulla piattaforma del Comune Dime saranno attive le richieste dei buoni spesa erogati per l’emergenza coronavirus.

 

Bologna

Istruzioni

Modulo in formato odt

Modulo in formato Pdf

 

Firenze

Istruzioni

Mail a cui mandare l’autocertificazione

Autocertificazione per buoni spesa firenze

Roma

Istruzioni

Modulo roma in formato docx

Modulo in formato Pdf editabile

Napoli

Istruzioni

Modulo (non ancora caricato, controllare sulla pagina delle istruzioni)

Bari

Istruzioni

Numeri da contattare per colloquio telefonico

 

Palermo

Registrazione per richiesta (Sospesa fino al 6 aprile)