Isee precompilato, partita a gennaio la sperimentazione. Ecco chi può accedervi

È partita a gennaio la fase sperimentale che mette a disposizione dei cittadini la possibilità di avvalersi dell’Isee precompilato. L’Isee è l’indicatore economico del nucleo familiare che serve ad ottenere molti bonus, sgravi e facilitazioni fiscali varie.

Chi può utilizzarlo

I nuclei familiari che hanno già presentato una DSU telematica all’INPS possono accedere all’ISEE precompilato, inserendo sul portale dell’Istituto Previdenziale le credenziali dispositive rilasciate dall’INPS o dall’Agenzia delle Entrate. Per identificarsi, si piò utilizzare anche lo Spid, il Cns, o la carta d’identità. Il login può avvenire direttamente da parte del cittadino in modalità telematica oppure per il tramite di un CAF delegato con la stessa modalità.

Quali informazioni vengono utilizzate

La dichiarazione sostitutiva unica precompilata (Dsu) è in parte composta da dati autodichiarati del cittadino e in parte da dati forniti dall’Agenzia delle Entrate e dall’Inps già inseriti. Per la precompilazione della Dsu vengono utilizzate le informazioni disponibili negli archivi dell’Istituto, nell’Anagrafe tributaria, nel Catasto, e quelle sui saldi e le giacenze medie dei rapporti finanziari dei componenti il nucleo familiare comunicate dagli intermediari finanziari.

Le parti precompilate

Tra le informazioni precompilate, quelle reddituali e patrimoniali, come i redditi, i trattamenti erogati dall’Inps, il patrimonio mobiliare e immobiliare in Italia, l’affitto pagato per la casa in cui si abita. Le informazioni precompilate nella Dsu possono essere accettate o, se giudicate non corrette o incomplete, modificate. Solo in alcuni casi, l’utente non può intervenire per modificare: per i trattamenti erogati dall’Inps, e le componenti reddituali già dichiarate ai fini fiscali (Modello 730, Modello Redditi), per le quali viene assunto il valore a tal fine dichiarato.

E quelle da compilare

I dati che invece devono essere inseriti manualmente sono quelli che riguardano la composizione del nucleo ed altri dati non completamente disponibili negli archivi amministrativi, come la casa di abitazione.