Un giocattolo su tre venduto da Amazon, eBay e Wish contiene ftalati oltre i limiti

I giocattoli economici acquistati online possono contenere sostanze chimiche dannose per il sistema endocrino. L’associazione danese FBR Tænk Kemi ha portato in laboratorio 29 giocattoli di plastica acquistati on line da Wish, eBay o Amazon. Le analisi hanno evidenziato in 9 di questi concentrazioni di ftalati più elevate di quelle consentite. I tre negozi on line, alla luce dei risultati di questo test, hanno sospeso la vendita dei giocattoli interessati. (continua dopo l’immagine)

Gli ftalati vengono aggiunti ai giocattoli di plastica per renderli più morbidi e flessibile. Queste sostanze, però, possono essere dannose per il sistema endocrino e per la riproduzione diventando un rischio per i bambini che manipolano i giocattoli e li portano alla bocca. I giocattoli acquistati online provengono spesso dalla Cina.

Tutti gli ftalati sono vietati in Danimarca nei giocattoli per bambini di 36 mesi e più giovani. Per i bambini più grandi (fino a 14 anni) ci sono valori limite per diversi ftalati nei giocattoli. Quando si acquistano giocattoli online, non vi è alcuna garanzia che i prodotti soddisfino i requisiti stabiliti dalla legislazione Ue sulle sostanze chimiche (REACH). I negozi on line come Wish, eBay e Amazon vendono molti giocattoli direttamente dalla Cina ai consumatori nell’Ue, e in Cina le leggi e le normative chimiche sono diverse e non così severe come nell’UE.

I risultati nel dettaglio

Tre dei 29 giocattoli hanno superato il test a pieni voti dal momento che non sono state trovate neanche piccolissime tracce di ftalati.

Negli altri 26 giocattoli, le analisi hanno evidenziato tracce di ftalati. In particolare:

8 giocattoli contenevano il ftalato DEHP, che è confermato perturbatore endocrino e illegale nei giocattoli. Il contenuto era tra il 2,1 e il 21,1 percento.

4 giocattoli contenevano il DIDP ftalato, che è vietato nei giocattoli e negli articoli per l’infanzia che possono entrare in bocca. Il contenuto era compreso tra 0,12 e 1,0 percento.

4 giocattoli contenevano il phthalate DINP, che è vietato nei giocattoli e negli articoli per l’infanzia che possono entrare in bocca. Il contenuto era tra il 2,6 e il 10,4 percento.

Un giocattolo conteneva il ftalato DBP, che è confermato perturbatore endocrino e illegale nei giocattoli. Il contenuto era dello 0,15 percento. (continua dopo l’immagine)

I limiti

Nei giocattoli per bambini da 0 a 3 anni, tutti gli ftalati sono vietati (massimo 0,05 per cento). DEHP e DBP sono vietati nei giocattoli per bambini da 3 a 14 anni (massimo 0,1 per cento). Anche DINP e DIDP sono vietati in quantità superiori allo 0,1 percento se il giocattolo può entrare in bocca.