Ryaniar, cambiano ancora le regole e i prezzi per il bagaglio a mano

Nuove regole per i bagagli a mano Ryanair: ora con la tariffa base si potrà imbarcare il proprio trolley, a patto di pagare 10 euro. Le precedenti norme di Ryanair, in vigore dallo scorso 1 novembre, avevano fatto infuriare passeggeri e associazioni di consumatori tanto che l’Antitrust aveva multato la compagnia in quanto riteneva illecito lo sponsorizzare tariffe che non includessero il trolley gratuito. “Non c’è pace per i passeggeri che viaggiano con RyanAir. La low cost irlandese continua a modificare le tariffe e le regole sui bagagli a mano, perseverando in una condotta poco trasparente e che genera confusione nei consumatori” è il commento di Federconsumatori secondo cui “non è facile per i consumatori orientarsi nella giungla tariffaria creata dalla compagnia irlandese”.

Le regole sul bagaglio a mano che erano entrate in vigore lo scorso novembre prevedevano che se non si acquistava la tariffa priority, e quindi si volava con la tariffa base di Ryanair, il proprio trolley finiva in stiva. Le nuove regole sul bagaglio a mano introdotte da Ryanair a maggio 2019 prevedono sostanzialmente la stessa cosa: ovvero con la tariffa base si può portare con sé gratuitamente solo una borsetta, per il trolley da 10 kg bisogna pagare per mandarlo in stiva. 

Tutti i passeggeri hanno diritto a portare a bordo gratuitamente un piccolo bagaglio a mano, ovvero una borsa di dimensioni 40x20x25 centimetri, che deve essere sistemato sotto il sedile del passeggero. Quando si procede all’acquisto del biglietto di Ryanair si può scegliere fra due modalità: la base o il priority. Il priority costa dai 6 ai 12 euro e consente, oltre all’imbarco prioritario, la possibilità di portare gratis il bagaglio a mano – un trolley del peso massimo di 10 kg -in cabina.

Con la tariffa base invece è compresa nel prezzo solo la possibilità di portare in cabina  una piccola borsa. Il trolley, del peso massimo di 10 kg, può essere imbarcato in stiva pagando il prezzo di 10 euro, valido, attenzione, solo se si sceglie l’opzione al momento della prenotazione del biglietto. In aeroporto, per godere dello stesso vantaggio bisogna sborsare 20 euro, mentre per portare il trolley in cabina il prezzo sale a 25 euro.

Si tratta – conclude l’associazione dei consumatori – di una condotta che, non ci stanchiamo di ribadirlo, non solo genera confusione ma che di fatto impedisce la concreta e reale comparabilità con le tariffe applicate dagli altri vettori. Il comportamento di Ryanair, oltre a provocare un continuo aumento dei costi, è un vero e proprio affronto al diritto degli utenti alla trasparenza e alla completezza delle informazioni.

La compagnia aerea ci fa sapere che “la nuova policy relativa al trasporto dei bagagli di Ryanair è stata introdotta a novembre 2018 e da allora non sono state apportate ulteriori modifiche ai Termini e alle Condizioni generali di trasporto. La nostra policy bagagli è totalmente conforme e trasparente. Tutti i passeggeri che viaggiano dal 1 novembre 2018 hanno accettato questi Termini e Condizioni generali di trasporto. I nostri recenti sondaggi dimostrano che i nostri clienti sono soddisfatti della nuova policy in quanto ha migliorato in modo significativo la puntualità e ha permesso di ridurre le code ai gate, offrendo al contempo una scelta più ampia in merito al tipo di bagaglio che si desidera trasportare”.