Birra, troppo glifosato nella Corona, Budweiser, Heineken e nella cinese Tsingtao

Troppo glifosato nella birra. Una conferma rispetto alla nostra pubblicazione di agosto scorso giunge da un test condotto negli Usa da PirgPublic interest research group – e mostra come il 95% delle bottiglie esaminate contiene il famigerato erbicida.

I ricercatori hanno analizzato 5 vini (perlopiù americani) e 15 birre provenienti da Usa, Asia ed Europa e, di questi, 19 contengono tracce di glifosato, anche nelle bottiglie etichettate come biologiche. Il gruppo di ricerca ha fatto sapere che ciò non significa che bere questi alcolici sia per forza pericoloso ma certamente il dato è inedito.

La lista

Le birre

  • Coors Light (Usa) – 31,1 ppb (parti per miliardo)
  • Tsingtao Beer (Cina) – 49,7 ppb
  • Miller Lite (Usa) – 29,8 ppb
  • Budweiser (Usa) – 27,0 ppa
  • Corona Extra (Messico) – 25,1 ppb
  • Heineken (Olanda) – 20,9 ppb
  • Guinness Draught (Irlanda) – 20,3 ppb
  • Stella Artois (Belgio) – 18,7 ppb
  • Ace Perry Hard Cider (Usa) – 14,4 ppb
  • New Belgium Fat Tire Amber Ale (Usa) – 11,2 ppb
  • Sam Adams New England IPA (Usa) – 11 ppb
  • Sierra Nevada Pale Ale (Usa) – 11,8 ppb
  • Stella Artois Cidre (Belgio) – 9,1 ppb
  • Samuel Smith’s Organic Lager (Regno Unito) – 5,7 ppb
  • Peak Beer Organic IPA (Usa) – non rilevato

I vini

  • Sutter Home Merlot (Usa) – 51,4 ppb
  • Beringer Estates Moscato  (Usa) – 42,6 ppb
  • Barefoot Cabernet Sauvignon (Usa) – 36,3 pub
  • Inkarri Estates Malbec: Certified Organic (Argentina) – 5,3 ppb
  • Frey Organic Natural White Blend (Usa) – 4,8 ppb