Sospese le vendite di biglietti aerei da parte di Peoplefly.it

C’è voluto un mese dall’allarme lanciato da diversi aeroporti (e documentato dal Salvagente) ma alla fine l’Autorità garante della concorrenza e del mercato è intervenuta. E ha sospeso le vendite di Peoplefly, il portale che vendeva biglietti di voli charter, in particolare sulle tratte Bologna-Trapani e Cuneo-Trapani, in assenza dei necessari accordi commerciali con i gestori aeroportuali e il vettore operativo indicato dal professionista.

Si legge nel comunicato Antitrust: “In attesa della definizione del procedimento di accertamento della pratica commerciale scorretta avviato il 4 luglio 2018 nei confronti di Peoplefly S.r.l., l’Autorità ha disposto la sospensione cautelare delle condotte consistenti nella pubblicizzazione e vendita, attraverso il sito www.peoplefly.it, di biglietti per voli charter”.

Scrive sempre l’Autorità che Peoplefly “non ha fornito alcun riscontro alla richiesta, formulata nella comunicazione di avvio del procedimento istruttorio del 4 luglio 2018, di fornire elementi difensivi sulla fattispecie contestata”.

A mettere in allarme i consumatori erano stati a fine giugno gli aeroporti di Bologna, Verona e Trapani  con una nota ufficiale per spiegare che “al momento i voli (in vendita sul portale ndr) non risultano ancora programmati e che non sono attualmente in essere rapporti commerciali tra People Fly e le società”.