Miele al glifosato: gli apicoltori francesi fanno causa a Bayer

Gli apicoltori francesi accusano Bayer dopo aver trovato miele contaminato da glifosato. La denuncia è partita da una cooperativa di apicoltori nel nord della Francia dopo che sono state rilevate tracce del controverso erbicida in partite di miele, come rivela SubstainablePulse.

Il capo della cooperativa nella regione dell’Aisne, che rappresenta circa 200 apicoltori, ha rivelato che uno dei maggiori distributori di miele del paese, ha trovato la sostanza chimica in tre lotti forniti da uno dei suoi membri. “Analizzano sistematicamente le spedizioni di miele che ricevono e trovano il glifosato”, ha detto Jean-Marie Camus.
Dopo aver indagato sulle cause della contaminazione, l’avvocato della cooperativa Emmanuel Ludot ha affermato che il miele contaminato proveniva da un produttore i cui alveari sono vicini a vasti campi di girasoli, barbabietole e colza.
La denuncia degli apicoltori vuole fare chiarezza sul fenomeno che, a detta del distributore, è tutt’altro che un caso isolato.

Familles Michaud, la distrubuzione che ha fatto le analisi e rifiutato il miele per la presenza di glifosato ha confermato all’AFP che “rileva regolarmente sostanze estranee, incluso il glifosato”.
Quando si scopre l’erbicida, ha affermato il distributore: “Di solito, gli apicoltori dicono ‘In tal caso venderò il miele su un banco o su un mercato’, dove non c’è controllo di qualità. Ma questo apicoltore ha avuto il coraggio di fare causa contro Monsanto”.