#StopGlifosato: dalle 11 il twitter storm a Gentiloni, Martina e Lorenzin

La coalizione italiana #StopGlifosato chiama a raccolta gli attivisti e lancia oggi dalle 11 alle 15 un twitter storm per chiedere al presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, al ministro delle Politiche agricole Alimentari e Forestali, Maurizio Martina, alla ministra della Salute, Beatrice Lorenzin e al ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, che l’Italia il 5 ottobre dica a Bruxelles “No alla ri-autorizzazione per altri 10 anni dell’uso del glifosato” e che, come ha fatto il governo austriaco, chieda alla Commisione Ue l’apertura di un’indagine sulla valutazione di rischio relativo al glifosato condotta dall’Efsa, nella quale sono stati copiate e incollate decine e decine di pagine prese dai documenti della Monsanto.

I messaggi da inviare e gli account da inserire

Chi volesse partecipare all’invio di tweet rivolto ai rappresentanti del governo, suggeriscono gli organizzatori, può copiare e incollare questi testi:

#StopGlifosato X #agricoltura pulita libera da veleni #Italia dica NO al
#glifosato @PaoloGentiloni @maumartina @BeaLorenzin @glgalletti
@PaoloGentiloni @maumartina @BeaLorenzin @glgalletti chiedete a @EU_Commission indagine su parere @EFSA_EU sul #glifosato
#StopGlifosato
Per chi non avesse la possibilità d’inviare un tweet può, prosegue la Coalizione, “inviare email con le frasi sopra indicate ai seguenti indirizzi:
gentiloni@governo.it
ministro@politicheagricole.it
ufficiostampa@sanita.it
segreteria.ministro@minambiente.it
oppure un messaggio sulle seguenti pagine Facebook:
https://www.facebook.com/paologentiloni/?fref=ts
https://www.facebook.com/maumartina/
https://www.facebook.com/BeatriceLorenzin/

Il Lussemburgo voterà “No”

Nel frattempo il Lussemburgo ha preso posizione e voterà “No” alla proposta della Ue di concedere una nuova licenza d’uso per il glifosato per altri 10 anni. Al momento oltre alla Francia (anche se il governo di Parigi tentenna) e alla Svezia anche il piccolo Stato di Jean Claude Juncker ha preso posizione. E l’Italia? Nonostante le rassicurazioni del ministro Martina (“L’Italia è contraria al glifosato. Avvieremo un Piano glifosato zero”) la parola finale spetta alla ministra Lorenzin.