Il cambio del modem Tim e il documento mancante (se non paghi)

Caro Salvagente,

ti racconto cosa mi è accaduto oggi con TIM.
A casa ho la fibra, da circa 1 anno e ieri notte il modem è andato out. Abbiamo chiamato il 187, pare che il modem fosse da cambiare e l’operatore mi ha indicato un negozio di Napoli centro dove provvedere portando solo il modem.
Arrivato alle 16,30 ho perso due ore di tempo in totale per… non cambiarlo perché occorreva un documento di trasporto del modem, il cosddetto DDT.
A nulla è valso far parlare il negozio con il 187, fargli vedere che mi avevano prenotato il cambio dalla TIM, il documento è necessario.
La stranezza che rende la cosa sorprendente è quella di potere ricevere a casa il modem dalla TIM tramite un corriere che ritira il vecchio lascia il nuovo e non chiede il DDT.
Naturalmente questa operazione costa solo 29 euro.
Riepilogando il DDT di trasporto è necessario se vai al negozio TIM per un cambio in garanzia del modem, lo stesso documento è superfluo se al costo di 29 euro ti portano a casa il modem. Capisco le spese del corriere, ma non capisco perchè io debba conservare un documento di trasporto per 2 anni, quando la TIM ha autorizzato tutto e ha verificato che è necessario cambiare in garanzia il modem.
La potenza di 29 euro è incredibile. Non credete?

lettera firmata, Napoli

 

Caro lettore,

nell’Italia digitale, per un servizio digitale di uno dei più grandi operatori del settore, scontrarsi, come è successo a lei, con procedure che sembrano vecchie di due secoli fa arrabbiare. Soprattutto se si perde mezza giornata di un caldo agosto per non risolvere nulla. Ha ragione lei, scoprire che basta pagare per superare gli ostacoli fa indignare. Eppure dovremmo esserci abituati…