Rischio salmonellosi, ritirato cibo per cani della Natures Menu

Hungry labrador retriever is feeding at home.

La Food Standards Agency ha disposto il ritiro dal mercato europeo del cibo per cani “Country Hunter”,  prodotto dalla Natures Menu: come riporta Pet Business World, alcune confezioni del cibo per cani a base di pollo, manzo, tacchino e verdure sono risultate positive ai batteri della salmonella. Il rischio è serio perché il timore è che alcune delle confezioni “incriminate” possano essere vendute nei prossimi mesi on line, mettendo così a repentaglio la salute degli animali e dei loro proprietari.

Nello specifico si tratta delle confezioni da un chilo con il codice di lotto numero 13.122.01 e data di scadenza fissata al 13 dicembre 2017. Il pericolo di un’infezione e intossicazione alimentare non riguarda solo gli animali ma anche l’uomo, considerando l’elevata contagiosità: «Il prodotto può portare un potenziale rischio attraverso la gestione diretta o indiretta, per esempio da superfici a contatto con alimenti. Negli esseri umani, i sintomi causati da salmonella di solito includono febbre, diarrea e crampi addominali», si legge sul sito dell’agenzia britannica che ha invitato tutti coloro che hanno acquistato il prodotto a non consumarlo e a chiamare allo 0800 0.183.770 oppure inviare una mail all’indirizzo [email protected]

Un “imprevisto” non così sorprendente per l’azienda: «E’ un dato di fatto che le nostre materie prime contengano batteri vivi e anche che tutto il cibo crudo non è sterilizzato. E’ proprio questo uno dei tanti motivi per cui consumatori riscontrano risultati positivi per la salute dei loro animali domestici. Distribuiamo oltre 18 milioni di porzioni di cibo crudo ogni anno. Allo stato attuale la regola per tutti gli alimenti crudi per animali da compagnia richiede che il cibo debba avere un livello di enterobatteri non superiore a 5 mila», ha spiegato Craig Taylor, amministratore delegato di Natures Menu.